Le prime immagini di Resident Evil: Welcome to Raccoon City, reboot di Resident Evil, sono state rese pubbliche e svelano un adattamento molto più fedele ai videogiochi originali.

Nella prima immagine abbiamo diversi membri del team S.T.A.R.S. dal gioco originale, inclusi Jill Valentine, Chris Redfield e l’ambiguo Albert Wesker. Il team si trova nel corridoio della famigerata Villa Spencer, tratta dal videogame originale. Dettaglio interessante è l’identità del quarto membro del team S.T.A.R.S. che nel film sarà lo sfortunato Richard Aiken, in sostituzione di Barry Burton.

La seconda immagine ci da un primo sguardo al neo-poliziotto Leon Kennedy e a Claire Redfield, sorella minore di Chris. Entrambi i personaggi indossano degli outfit molto accurati e fedeli al videogioco Resident Evil 2, nella sua versione remake del 2019.

Nella terza immagine, decisamente la più terrificante, troviamo Lisa Trevor, personaggio introdotto nella serie nel 2002, con il remake per Gamecube del titolo originale.

Resident Evil Racoon City

Resident Evil Racoon City

Resident Evil Racoon City

Nel cast troviamo Robbie Amell, Hannah John-Kamen, Tom Hopper, Chad Rook, Avan Jogia e Kaya Scodelario. Non presenti nelle foto ma confermati anche gli attori Donal Logue, visto in Gotham, e Neal McDonough. Il film è scritto e diretto da Johannes Roberts.

In un intervista con IGN, Roberts si è rapidamente distanziato dai precedenti adattamenti live-action, diretti da Paul W.S. Anderson e solo vagamente ispirati ai giochi. “Questo film non ha davvero nulla a che fare con quanto visto in passato. Lo scopo qui era di avvicinarsi ai giochi e creare un film che fosse un film molto più horror rispetto al tipo di azione fantascientifica dei precedenti.”

Roberts ha inoltre dichiarato che l’accuratezza dei costumi di Leon e Claire non è stata un caso, in quanto particolarmente ispirato dal secondo gioco. “Sono stato fortemente influenzato in particolare dal remake del secondo gioco e volevo davvero catturarne le atmosfere cariche e caratteristiche. Era così cinematografico. I film precedenti erano molto luminosi e brillanti, mentre questo film è oscuro e oppressivo, girato interamente di notte. Piove costantemente e la città è avvolta dalla nebbia.”

Il regista si è poi espresso su cosa lo ha influenzato affermando: “Sono stato enormemente influenzato da film come L’esorcista (e L’esorcista 3!), Don’t Look Now e Shining. Si può davvero sentire la grana di questo film. Niente nella città sembra hi-tech. Semmai, tutto ha un aspetto fatiscente. Volevo che Raccoon City offrisse un feeling simile a quello della città di Deer Hunter; Una città fantasma dimenticata dal resto del mondo. E l’intera struttura del film è stata decisamente molto influenzata da Assault on Precinct 13.”

Infine Roberts ha ripetuto ancora una volta come il suo film sarà più fedele ai giochi aggiungendo di aver lavorato a stretto contatto con la Capcom, per essere sicuro che ogni personaggio e creatura del film fossero il più fedeli possibile ai giochi. Non ci resta quindi che aspettare l’uscita del film per godere di quella che si preannuncia come un’esperienza davvero immersiva per i fan della saga.

Resident Evil: Welcome to Raccoon City uscirà nei cinema statunitensi il prossimo 24 Novembre.

Fonte: CBR