Jonathan Hickman, affiancato da disegnatori come RB Silva, Pepe Larraz e Marte Gracia, ha rilanciato gli X-Men iniziando con House of X e Powers of X, contribuendo a rendere i mutanti i supereroi più amati del momento. Hickman ha lavorato a circa sei titoli del rilancio, in più ha curato la serie principale degli X-Men ed ha rilanciato New Mutants. Ora, lo sceneggiatore lascerà i mutanti, ma sappiamo che il prossimo evento intitolato Inferno fornirà delle risposte a delle domande inerenti alle miniserie e segnerà la fine delle run di Hickman.

Jonathan hickman

Di seguito le dichiarazioni dell’autore durante una chiacchierata con Entertainment Weekly:

I piani sono cambiati. Quando ho scelto la storia che volevo realizzare, sapevo che si trattava di un progetto ambizioso, tre atti, tre eventi narrativi, il primo è stato House of X. Inizialmente, pensavo che il tutto sarebbe andato avanti per tre anni, ma successivamente ho spiegato alla Marvel che onestamente non sapevo quanto sarebbe durata la prima parte. Io e gli altri autori avevamo tante idee interessanti, dunque abbiamo lasciato la cosa aperta.

Sapevo di star giocando col fuoco, quando ho scritto House of X avevo capito che non si trattava della prima parte di un arco narrativo suddiviso in tre archi, bensì funzionava come una sorta di Giant-Size X-Men, un paradigma per i mutanti che sarebbe andato avanti per tanto tempo. Durante la pandemia ho iniziato a scrivere il secondo atto, ho chiesto a tutti se fossero pronti per questo momento, ma in realtà volevano rimanere ancora al primo. È stato interessante, ho apprezzato il fatto che House of X fosse importante per loro e non volessero una fine, sapevo comunque che avrei terminato presto la mia storia.

Nel frattempo, Jonathan Hickman si separa dagli X-Men ma è già pronto a spostarsi presto la prossima, grande, novità che la Marvel deve ancora annunciare.