Scarlett Johansson ha fatto causa alla Disney per la pubblicazione del film Black Widow, avvenuta simultaneamente sia nei cinema, che sulla piattaforma streaming Disney+

Secondo quanto riportato da The Wall Street Journal, l’attrice ha accusato la Disney di aver violato il contratto con la doppia uscita del cinecomic. Nella denuncia, che ha preso luogo presso la Corte Superiore di Los Angeles, si legge che la Marvel Entertainment aveva garantito un debutto esclusivo al cinema ed il compenso di Scarlett Johansson sarebbe stato stabilito dal successo al botteghino: ovviamente, il cachet è stato notevolmente diminuito dalla pubblicazione di Black Window anche su Disney+. Alcuni report, indicano che l’attrice potrebbe perdere circa 50 milioni di dollari a causa della doppia uscita.

Ecco cosa emerge dalla denuncia:

La Disney ha portato la Marvel a violare il contratto intenzionalmente e senza alcuna giustificazione, solo per evitare che la Sign.ra Johansson potesse godere del pieno guadagno stabilito con la Marvel.

Nuove informazioni, indicato che in precedenza, circa a marzo dello scorso anno, i legali di Scarlett Johansson hanno tentato di rimodulare il contratto dopo le prime notizie secondo le quali Black Window sarebbe uscito sia nei cinema che sulla piattaforma streaming. Sembra però che la parte lesa non abbia avuto alcuna risposta da parte della Disney e dalla Marvel.

Fonte:The Wall Street Journal