Evil Dead Rise è il nuovo film della saga di The Evil Dead, ora Bruce Campbell si è espresso sull’importanza del Necronomicon nel sequel.

Tralasciando il reboot del 2013, la forza trainante delle avventure del franchise è sempre stato il personaggio interpretato da Bruce Campbell, Ash Williams. Ora che l’attore si è ritirato dal ruolo ha dichiarato che il nuovo film sarà incentrato sull’importanza del Necronomicon.

Il libro giocava un ruolo centrale anche nel film del 2013, in cui i protagonisti scoprivano il libro in una casa nel bosco simile a quella dei primi due capitoli. Il film, proprio per questa profonda somiglianza con i suoi predecessori, tranne per l’assenza di Ash Williams,  non è riuscito a fare buona impressione. Ora anche se il Necronomicon rimarrà un punto cardine della trama l’ambientazione si sposterà da tutt’altra parte.

Evil Dead Rise

“Le persone possono chiamarlo come vogliono: sequel, remake, reimmaginazione. E’ semplicemente un altro film de La Casa,” ha dichiarato Campbell durante un intervista con Entertainment Weekly. “E’ libro-centrico. Tutto incentrato sul Necronomicon. Dove va a finire il libro e cosa gli succede nel corso dei millenni? In questo caso si svolge in città, non c’è più una casetta nel bosco. E’ del tutto differente, eroine insospettabili che salveranno la giornata. Le riprese stanno avvenendo adesso in Nuova Zelanda, con parte dei loro straordinari tecnici. Rob Tapert è il produttore sul campo e siamo tutti molto coinvolti nello script. Ci facciamo tutti sentire di quando in quando per intervenire. Ma, si, siamo tutto molto coinvolti.”

Il regista della saga originale Sam Raimi, che già aveva collaborato con Fede Alvarez nel reboot del 2013, sarà uno dei produttori esecutivi affianco a Bruce Campbell. Mentre Evil Dead Rise sarà diretto da Lee Cronin.

“Per me, la chiave sta nel continuare a ricordarmi che, quando sei nella trincea e stai cercando di sviluppare un qualcosa, devo essere sicuro che sia una sorta di giro sulle montagne russe,” sono le parole che Cronin ha condiviso durante un intervista.

Di essere sicuro che abbia degli intrecci e dei colpi di scena e che sia viscerale e coinvolgente. Per riassumere, tornando a quello che ho appena detto, voglio creare dello montagne russe del terrore. Questa è veramente il fulcro per me. Nei miei ricordi de La Casa, mentre guardavo i film durante la mia gioventù, ero sempre meravigliato chiedendomi ‘come fa ad esistere?’ E continua a stuzzicare la mia mente ogni volta che li guardo. In sostanza ridurla a qualcosa di semplice ed esperienziale. Dovrà essere un’esperienza horror. E questa è la chiave e quello che sto cercando di realizzare con questo progetto.

La trama, a grandi linee, e la seguente:

“Dai boschi ora l’azione si sposta in città dove la riunione di due sorelle, a lungo separate, verrà interrotta bruscamente dal risveglio di terrificanti demoni, pronti a possedere i membri della loro famiglia, spingendole a una sanguinosa battaglia per la sopravvivenza.”

Fonte: ComicBook