La DC è a lavoro per una nuova serie Black Label di Human Target con Tom King e Greg Smallwood.

Il fumettista Tom King ha confermato, tramite twitter, che lui e l’artista Greg Smallwood collaboreranno ad una nuova serie di Human Target per la DC. La serie, che verrà pubblicata questo autunno con il marchio editoriale Black Label, avrà come protagonista Christopher Chance. Nel post, che trovate di seguito, oltre ad un primo sguardo alla copertina possiamo leggere, “Quest’autunno. Christopher Chance, Human Target, vuole farne qualcosa”.

King aveva precedentemente postato una parte della stessa copertina, mostrando solo le braccia dei supereroi, senza ulteriori spiegazioni.

Nell’universo DC ci sono stati ben due personaggi a ricoprire il ruolo di Human Target, ma la nuova serie King-Smallwood sarà incentrata sul secondo, Christopher Chance.

Human Target è stato creato da Len Wein, Dick GiordanoCarmine Infantino nel 1972. Molte delle sue prime apparizioni sono state in storie marginali su Action Comics, The Brave and the Bold, e Detective Comics. Christopher Chance, ispirato dall’aver assistito alla morte per omicidio di suo padre avvenuta quando era ancora un ragazzo, è un investigatore privato e una sorta di bodyguard che assume l’identità dei suoi clienti per portare a termine il lavoro. Il personaggio ha ispirato due serie tv, una del 1992 con Rick Springfield, e una nel 2010 con Mark Valley andata in onda per due stagioni. Il personaggio è apparso anche nella quinta e sesta stagione della serie tv Arrow, interpretato dall’attore Wil Travel. Lo scrittore Peter Milligan aveva adattato il personaggio per una serie a fumetti limitata per la Vertigo del 1999, seguita da una graphic novel intitolata Human Target: The Final Cut e un’altra serie, sempre per la Vertigo, della durata di 21 numeri. Un ulteriore serie per la DC Comics è stata pubblicata in concomitanza alla serie tv del 2010 e scritta da Len Wein.

Malgrado Tom King non abbia spiegato il significato delle braccia che si protendono verso il protagonista, si può intuire che la serie sarà connessa alle gesta della Justice League International degli anni ’80, quando a dirigerla c’erano J. M. DeMatteis, Keith Giffen e Kevin Maguire.

Fonte: Newsarama