Due anni dopo l’annuncio del ritiro dal mondo del fumetto, Alan Moore ha firmato un contratto per la pubblicazione di sei libri: si tratta di cinque volumi fantasy ed una raccolta di storie brevi.  La Bloomsbury Publishing, casa editrice di Harry Potter, ha acquisito due dei progetti più importanti dell’autore. Il primo, intitolato Illuminations, è una raccolta di storie che sarà pubblicata nell’autunno del 2022.

Il secondo lavoro invece è Long London ed arriverà nel 2024. La  serie partirà da una Londra del 1949  sotto shock ed ormai smembrata  ad una Londra fuori da ogni conoscenza. Magia, omicidi e follia. La Bloomsbury promette che sarà un libro epico ed indimenticabile, un tour-de-force  della magia e della storia. A parlare di Moore è  Paul Baggaley, l’editor-in-chief di Bloomsbury:

Alan Moore è una leggenda ed è stato un onore ascoltarlo parlare della sua ambiziosa serie Long London e scoprire tutte le sue preziose storie brevi.  Questi progetti hanno letteralmente infiammato tutta la casa editrice.

Continuando a parlare del nuovo contratto dedicato ai libri, lo stesso autore ha affermato che in un certo momento della sua carriera si è sentito pieno di fiction e di prosa:

Non potrei essere più felice dell’accoglienza che ho trovato da Bloomsbury, una casa editrice indipendente quasi leggendaria, pronti ad ampliare il loro mondo. Sento che sarà una collaborazione produttiva.

Fonte: The Guardian