Alfred Molina, in un’intervista con Variety, ha ufficializzato la sua partecipazione in Spider-Man: No Way Home nei panni del Dottor Otto Octavius.

 

Molina ha così dichiarato:

Mentre lo stavamo girando, ci è stato ordinato di non parlarne assolutamente, perché doveva essere un gran segreto. Ma sapete, alla fine è uscito su internet, da tutte le parti. Mi sono definito il segreto peggio tenuto a Hollywood!

È stato fantastico. È stato interessante tornare nel film dopo 17 anni, interpretando lo stesso personaggio. È passato del tempo, ora ho il doppio mento, un bargiglio, le zampe di gallina e una schiena leggermente malandata.

Nel film ero morto. Ma in questo universo, nessuno muore veramente.

La storia di Doc Ock verrà ripresa esattamente nel punto in cui lo avevamo lasciato in Spider-Man 2, nell’East River. L’attore ha aggiunto:

Jon Watts mi ha guardato e mi ha detto: hai visto cosa hanno fatto con Robert Downey Jr. e Sam Jackson? […] Hanno ringiovanito la faccia di Robert De Niro… anche se quando combatteva, sembrava un vecchio. Sembrava un vecchio! È per questo che la cosa mi spaventava. Non ho lo stesso fisico di 17 anni fa, è un dato di fatto. Ma poi mi sono ricordato dei tentacoli… sono loro che fanno tutti gli sforzi! Solitamente sono le braccia meccaniche ad ammazzare, spaccare e distruggere. Io mi limito a fare delle espressioni cattive! È stato fantastico.

 

Nella pellicola Benedict Cumberbatch tornerà a interpretare Doctor Strange, Jamie Foxx tornerà a interpretare Electro e nel cast, oltre a Tom Holland, torneranno anche Zendaya, Jacob Batalon, Tony Revolori, Marisa Tomei.