Secondo quanto riportato dal portale Bleeding Cool, DC Comics e Warner Bros., starebbero valutando un passaggio dalla stampa a fumetti mensile alla serializzazione digitale, raccogliendo solo in un secondo momento queste storie in volumi brossurati o antologie di grande foliazioni e rivolte a un mercato generalizzato (librerie, fiere del libro, Amazon). Solo in un secondo momento si parlerebbe dei negozi di fumetti. 

Inoltre, i contenuti maggiormente sponsorizzati sarebbero quelli legati ai personaggi di maggior impatto commerciale, come Batman, Wonder Woman, Superman, Flash, Lanterna Verde, Harley Quinn e Suicide Squad.

DC Comics

Un altro rumors vorrebbe che DC Comics vada a limare sempre di più la propria presenza durante le convention di fumetti, se non quando sarà presente, direttamente, la Warner Bros. L’addio di Fletcher Chu-Fong dal ruolo di DC Events Director, dopo 18 anni, potrebbe essere visto come un’ulteriore conferma di questa speculazione. Il tutto, però, non dovrebbe avvenire in tempi brevi, da come si evince leggendo le solicitations di febbraio della casa editrice, che confermano le pubblicazioni di DC Omniverse a inizio marzo, il ritorno di titoli come Harley Quinn o il fatto che Brian Bendis abbia un nuovo, grande, evento da seguire. 

Ricordiamo, comunque, che non c’è ancora niente di confermato in quanto riportato, ma si tratta soltanto di rumors e voci di corridoio. Rimane, comunque, grande fiducia nella nuova Editor-in-Chief, Marie Javins, come persona capace di rendere DC Comics ancora un’azienda funzionale, gestibile e in grado di far fronte alla grande pressione esercitata dagli ultimi mesi in seguito alla pandemia. 

Fonte: Bleeding Cool