The Witcher

The Witcher: si bloccano ancora le riprese della nuova stagione

Arrivano brutte notizie per i fan di The Witcher, serie targata Netflix con Henry Cavill.

Questa pandemia da Covid, ormai lo sappiamo, sta paralizzando non solo il mondo sanitario, ma anche quello del cinema. Sono ormai diverse, infatti, le produzioni che, a causa del virus, sono state bloccate. Tra queste arriva ora anche un nuovo attesissimo titolo. Stiamo parlando della seconda stagione di The Witcher, fortunata serie tratta dalla saga di romanzi fantasy di Andrzej Sapkowski.

Le riprese della serie con la star de L’Uomo d’Acciaio sono state interrotte nuovamente lo scorso sabato. Pare infatti che non uno, ma ben quattro membri dello staff siano risultati positivi al Coronavirus. Come risposta, Netflix eseguirà una serie di test isolati per tutta la produzione. I nomi dei positivi non sono noti. L’unica cosa che sappiamo per certo è che non si tratti di nessuno dei membri principali del cast.

Kristofer Hivju di Game of Thrones si unisce al cast di The Witcher - - Gamereactor

Non è la prima volta che la serie viene messa in pausa. Anche durante la prima ondata della pandemia, lo scorso Marzo, l’attore Kristofer Hivju -il buon vecchio Tormund di Game Of Thrones – , che nella serie interpreta Nivellen, risultò positivo. Le riprese furono interrotte anche allora e non ripresero fino alla metà di Agosto, concordemente a quanto indicato nei protocolli UK riguardo al Covid.

The Witcher 2, infatti, si sta girando agli Arborfield Studios, situati in Inghilterra, precisamente a Londra. Netflix ha annunciato che le riprese riprenderanno non appena lo si riterrà sicuro, rispettando tutte le misure di sicurezza necessarie.

Restate con noi per aggiornamenti!

Fonte: Variety.

Avete presente la scena in cui uno sfigatissimo Peter Parker corre dietro all'autobus all'inizio di Spiderman e poi, quello stesso giorno, viene morso da un ragno radioattivo che lo fa diventare uno dei supereroi più forti, cool ed amati del mondo? Ecco, Lorenzo Cuzzucoli, classe '93, è esattamente quello che corre dietro l'autobus. Non avendo ancora trovato un ragno radioattivo (nonostante i numerosi tentativi) ha deciso di svolgere la sua attività di supereroe intraprendendo l'oscura via della Medicina. Un Don Chisciotte dei fumetti, vive la sua vita accecato da fantasie di bambino e tra libri, film e serie tv, lotta a fianco del suo fido scudiero Sancho (la chitarra), cantando le nobili gesta all'amata Dulcinea (la musica)! Finora i mulini a vento hanno avuto la meglio, ma chissà, oggi quei giganti non sembrano poi così grandi...