DC Universe: la piattaforma diventerà DC Universe Infinite nel 2021

Pochi giorni fa, Jim Lee tramite i social ha preparato tutti i fan della DC Comics ad un’importante novità per la piattaforma DC Universe. Infatti, adesso è finalmente arrivata la notizia: DC Universe diventerà DC Universe Infinite. Il servizio è importante in quanto si tratterà di un’utenza premium dedicata ai fumetti, in arrivo il 21 gennaio 2021 negli Stati Uniti, mentre per il resto del mondo ci sarà da attendere fino all’estate 2021.

Lo stesso Lee ha successivamente affermato che i lettori amano la libreria ben fornita della piattaforma e questa grande trasformazione non li deluderà di certo. Continuando, il Chief Creative Officer non ha nascosto il suo entusiasmo: infatti sembra che i membri di DC Universe Infinite potranno leggere tanti albi importanti nella storia della casa editrice, mentre il nuovo materiale arriveranno il prima possibile. Proprio per questo motivo, stando alle parole di Jim Lee, sono in lavorazione diverse serie  a fumetti disponibili solo in formato digitale. 

DC COMICS INFINITE

Con DC Universe Infinite gli utenti potranno accedere ai nuovi fumetti sei mesi dopo l’arrivo nelle fumetterie. Gli iscritti però potranno leggere prima  i titoli Digital First, fra cui  Aquaman: Deep Dives, Batman: Gotham Nights, DCeased: Hope at World’s End, Harley Quinn: Black + White + Red, Injustice: Year Zero, Shazam!: Lightning Strikes, Superman: Man of Tomorrow, Swamp Thing: New Roots e Wonder Woman 84.

Per quello che riguarda le serie televisive originali del DC Universe come Young Justice, Titans, Doom Patrol, Stargirl, e Harley Quinn saranno disponibili su HBO Max: per un breve periodo sarà possibile abbinare il piano di HBO Max a quello DC Universe Infinite, pagando $4,99 in più al mese.

Fonte: CBR

Sarcastica, ironica e cinica, nasce nel 1995. Non essendo mai stata brava a parlare di sé, preferisce che siano i fatti a farlo. In tenera età viene catapultata nel mondo dei videogames e da allora non ne è più uscita. Ha una piccola (si fa per dire) passione per la programmazione, la fotografia e la musica rock. Il suo punto debole sono i bulldog ed i paesi nordici.