Suicide Squad

Suicide Squad: annunciato ufficialmente il videogame

C’era già la voce nell’aria in merito a una versione videoludica di Suicide Squad, testata e supergruppo di villain dell’universo della DC Comics. Adesso arriva tramite Twitter la conferma ufficiale di questi rumor.

Con questo breve Tweet abbiamo già varie informazioni sul videogioco. Intanto sappiamo che la presentazione ufficiale avverrà il 22 agosto in occasione dell’evento DC FanDome, convention dedicata all’universo DC in tutte le sue forme, dalla carta alle serie e al cinema, fino appunto ai videogame.
Il poster, su cui campeggia l’imponente figura di Superman e che lo vede nel mirino del gruppo di criminali DC, è stato pubblicato dalla pagina ufficiale dei Rocksteady Studios, che si occuperanno dello sviluppo del videogame. Il team di Rocksteady Studios è noto per aver dato vita a una delle versioni del Cavaliere Oscuro più apprezzate di sempre, ovvero la saga videoludica di Arkham, che si compone di Batman: Arkham Asylum, Batman: Arkham City e Batman: Arkham Knight del 2016. Dunque le premesse per un’opera di rilievo ci sono tutte.

Vista dunque la fondatezza dei rumor circolati nelle settimane passate, non è da escludere che siano veritiere altre voci di corridoio inerenti il titolo e con le medesime fonti. Se così fosse, Suicide Squad si presenterebbe come un videogioco action con una forte componente multigiocatore cooperativa e l’aggiunta di acquisti online; inoltre pare che potrebbe trattarsi di un cosiddetto game as a service, dunque un videogioco supportato costantemente nel corso del tempo con aggiornamenti più o meno corposi. Ne sapremo sicuramente di più in occasione del DC FanDome del 22 agosto, quando con tutta probabilità scopriremo anche il periodo di uscita e le piattaforme su cui verrà rilasciato.

Fumettisticamente parlando, la Suicide Squad nasce nel 1959 e nel corso del suo corso editoriale ha accolto fra i suoi ranghi moltissimi supercriminali DC, ma sicuramente fra i più famosi annoveriamo Harley QuinnDeadshot, Bane, Killer Croc e Poison Ivy. Nel 2016 ne è uscita una prima trasposizione cinematografica firmata da David Ayer (Bright), mentre per il 2021 è atteso il secondo capitolo, partorito dalla mente di James Gunn (Guardiani della Galassia).

Fonte: Twitter

Classe 1989, Simone ha sempre cercato il mezzo d'espressione perfetto: forse il fumetto (come quell'"House of M" targato Marvel), o magari il cinema (con "Jurassic Park" come primo film di cui ha memoria), oppure il videogioco (la prima epica sessione, 5 ore davanti alla PlayStation)? Quando non pensa a questa insensata gara, si diverte a scrivere racconti e poesie. E i suoi studi umanistici riflettono un po' il suo animo, fra una tesi sul rapporto fra storia degli Stati Uniti e fumetti di supereroi, e un glossario della lingua videoludica (che è riuscito anche a pubblicare).