BAO Publishing: Isola Volume 1 | Recensione

Bao Publishing porta in Italia il primo intenso volume di Isola, serie firmata da Brenden Fletcher (Batgirl Of Burnside, Gotham Academy, Black Canary) e Karl Kerschl (Adventures of Superman, Majestic, All-Flash, Teen Titans: Year One and Gotham Academy), pubblicata oltreoceano da Image Comics. Nominata per ben tre categorie, Best New Series, Best Penciller/Inker or Penciller/Inker Team, Best Cover Artist, agli Eisner Awards 2019, è stata definita dallo stesso Kerschl sul propro blog: “il mio passion project con il mio migliore amico Brenden Fletcher, che ha richiesto la maggior parte delle nostre vite per giungere a compimento”.

Sinossi

Il capitano Rook è una guerriera di poche parole. Leale e coraggiosa, la giovane è la guardia del corpo della regina Olwyn, tramutata in una tigre da un incantesimo. Insieme, le due viandanti hanno abbandonato gli intrighi di palazzo di Maar per avventurarsi in un paesaggio devastato dalla guerra, che la natura sta gradualmente riconquistando. Si muovono in un ambiente misterioso, ma anche ostile e pieno di insidie. La loro destinazione è Isola, la fantomatica terra dei morti dove forse risiede la chiave per scogliere la maledizione. Scopriranno presto che limite tra umano e bestiale, come quello tra sogno e realtà, diventa sempre più labile.

Isola

Il mondo di Isola

Si apre in medias res, il primo volume di Isola, e ci catapulta in un viaggio carico di atmosfera, tra regioni in conflitto e una natura impenetrabile. Fin dalle prime pagine lettore è sottoposto a una fida: un atto di ricostruzione per comprendere usi e costumi di diverse civiltà e le relazioni tra l’una e l’altra. Più che ai dialoghi, volutamente stringati, la narrazione, così come la caratterizzazione dei personaggi è affidata alla componente visuale. Attraverso le immagini si svela il maestoso processo di wordbuilding dei due autori, esaltato nelle diverse sfaccettature di popolazioni e specie dal sapiente character design di Kerschl. Altro elemento cruciale per accrescere l’estrema bellezza di questo volume è l’uso dei colori di Michele Assarasakorn, in arte M.Sassy.K.

 

Le protagoniste

Il pregio tutto particolare di Isola è senza dubbio la complessità caratteriale delle protagoniste. La testardaggine di Rook e la sua devozione incondizionata, insieme alla dolorosa consapevolezza della propria fallibilità, la rendono un personaggio estremamente credibile e umano. In lei, come nella regina Olwyn, il lettore riconoscerà l’orgoglio e le insicurezze di persone comuni, ma anche la forza di personaggi epici. Non si può fare a meno di affezionarsi ale protagoniste in questo viaggio di espiazione, ricerca e di ritrovamento di loro stesse. Alla fine il lettore si ritroverà a fare il tifo e a sperare che la missioone abbia un esito favorevole.

Conclusioni

Anche se per adesso possiamo leggere solo il primo volume, che Isola possiede tutte le carateristiche per diventare un’opera stupenda e impegnativa, dal sapore mitologico, decisamente da non perdere.

Le pagine finali del volume includono il prologo, comparso per la prima volta come inserto su Motor Crush tra il 2016 e il 2017 e successivamente pubblicato come one-shot da Image Comics.

Isola

Autori: Brenden Fletcher, Karl Kerschl
Data di pubblicazione: 04/06/2020
Formato: Cartonato 17 X 26, a colori
Pagine: 160

Classe '92, redattrice. Si avvicina al giornalismo a quindici anni perché è la professione prediletta dei supereroi, o almeno di quei pochi che hanno bisogno di lavorare. Dopo gli studi in Lettere e Linguistica, però, comincia a lavorare nel marketing e diventa un temibile villain. Ironia della sorte. Nel tempo libero ascolta prog e gioca a D&D. Ha scritto per: VelletriLife, Civonline, La Provincia, International Tour Film Festival, Geek Area, With Style, Investor Visa Italy