Marvel

Marvel Comics: annunciato il nuovo evento Dark Ages

Tra i vari fumetti Marvel Comics calendarizzati e poi posticipati a causa del Coronavirus, c’erano anche i volumi del Free Comic Book Day 2020.

Uno dei primi albi legati a questo evento, uscito questi giorni, è quello dedicato agli X-Men, scritto da Jonathan Hickman e disegnato da Pepe Larraz, nella cui appendice troviamo un racconto di Tom Taylor (DCeased) e Iban Coello (Venom), introduttivo al prossimo evento della Casa delle Idee, ossia Marvel: Dark Ages.

FCBD 2020 X-Men #1

La storia sarà ambientata a New York, colpita da un terremoto che getterà la metropoli al buio e senza energia elettrica. Anche Iron Man sarà vittima di questa perdita energetica, ritrovandosi nella sua armatura che precipita improvvisamente al suolo, perdendo una gamba.

Di seguito potete vedere il logo dell’evento e la tagline: “Dove eravate quando le luci si sono spente?”.

Marvel
Come rivelato dallo stesso Taylor, questa nuova serie evento sarà fuori continuity, permettendo all’autore di poteri sbizzarrire senza i paletti imposti dagli eventi precedenti o in cantiere da parte della Marvel.

Per ora non si hanno altre informazioni a riguardo, se non che dovremo aspettare all’autunno del 2020 per sapere come hanno reagito i più grandi eroi della terra a queste ennesima minaccia.

Fonte: CBR

Nasce in quel di Cagliari il 23 luglio 1992. Legge fumetti da quando ha memoria e frequenta per due anni, 2014 e 2015, il Corso di Fumetto tenuto dal Centro Internazionale del Fumetto di Cagliari. Nel 2015 partecipa al contest tenuto dal sito Verticalismi, Pilot, con le prime tavole della sua personalissima storia, The Badness, che lo vede come sceneggiatore e ideatore. Dal 2016 entra a far parte dell'Associazione Culturale Chine Vaganti e nel 2018 è scelto tra i 10 vincitori del concorso A caccia di storie indetto da Lucca Crea, Book on a Tree e la Fondazione Nazionale Carlo Collodi. Sempre nello stesso anno, esce il suo fumetto autoprodotto Acluofobia - Nel Buio, in veste di sceneggiatore. In tutto questo popò di tempo, comunque, continua a trovare il tempo per leggere, nonostante si voglia così male da laurearsi in Giurisprudenza.