BOOM!

BOOM! Studios: in arrivo il crossover Blue Sun Rising

BOOM! Studios, tramite la serie Firefly, sta proseguendo le avventure dell’astronave Serenity, originariamente ideata per la TV da Joss Whedon e in poco tempo entrata nei cuori di moltissimi fan, nonostante la breve “vita” su schermo.  

Ora, BOOM!, ha comunicato l’uscita dell’albo Blue Sun Rising #0, speciale la cui uscita è prevista per il prossimo settembre e che darà il via al primo crossover di Firefly. L’evento si snoderà tra i numeri che vanno dal #21 al #24 della serie regolare, sino alla conclusione presente nell’albo Blue Sun Rising #1.
Gli speciali saranno opera di Greg Pak e Dan McDaid.

Ecco, a seguire, la presentazione del progetto rilasciata da BOOM! Studios:

Lo sceriffo Mal Reynolds ha un nuovo partner: un robot della Blue Sun Corporation che fa rispettare la legge a qualunque costo, senza pietà alcuna e senza interessarsi alle motivazioni. La Blue Sun Corporation ha agito nell’ombra per anni contribuendo a far funzionare l’universo, ma ora è pronta a uscire allo scoperto e prendere il controllo.

Se Mal vuole conservare il suo lavoro e proteggere il suo settore, probabilmente dovrebbe giocare secondo le loro regole. Questo gli lascia un’unica possibilità: riunire l’equipaggio della Serenity un’ultima volta per salvare l’universo.

Fonte: Comics Beat

Nasce in quel di Cagliari il 23 luglio 1992. Legge fumetti da quando ha memoria e frequenta per due anni, 2014 e 2015, il Corso di Fumetto tenuto dal Centro Internazionale del Fumetto di Cagliari. Nel 2015 partecipa al contest tenuto dal sito Verticalismi, Pilot, con le prime tavole della sua personalissima storia, The Badness, che lo vede come sceneggiatore e ideatore. Dal 2016 entra a far parte dell'Associazione Culturale Chine Vaganti e nel 2018 è scelto tra i 10 vincitori del concorso A caccia di storie indetto da Lucca Crea, Book on a Tree e la Fondazione Nazionale Carlo Collodi. Sempre nello stesso anno, esce il suo fumetto autoprodotto Acluofobia - Nel Buio, in veste di sceneggiatore. In tutto questo popò di tempo, comunque, continua a trovare il tempo per leggere, nonostante si voglia così male da laurearsi in Giurisprudenza.