Negli scorsi giorni sono emerse diverse donne hanno accusato Cameron Stewart di molestie sessuali e di adescamento di minori. Di conseguenza, l’autore è stato rimosso da alcuni progetti in pubblicazione per DC Comics. La giornalista Evelyn Hollow ha condiviso la sua storia, spiegando di aver raccontato all’autore dei suoi tentativi di togliersi la vita non riusciti. Stewart, di tutta risposta, l’ha incentivata a tentare ancora una volta subito dopo non essere riuscita a suicidarsi.

La Hollow, diversi anni fa, credeva che quanto detto da Stewart non avesse senso, solo successivamente con una prospettiva più adulta della cosa è riuscita a capire la gravità della situazione. L’autore aveva circa trent’anni e ha provato più volte ad adescare la giornalista da quando aveva solo 17 anni. Un anno dopo i due hanno iniziato una relazione prettamente sessuale, mentre quando la Hollow  aveva 22 anni, Stewart ha solo alimentato le sue tendenze suicide.

Fra le altre donne che hanno accusato il disegnatore, troviamo Aviva Maï.  Quando la disegnatrice aveva solo 16 anni ha accettato un appuntamento con Stewart, che invece ne aveva già 30. Maï ha spiegato che solo tanto tempo dopo ha capito cosa Stewart avesse fatto e che in realtà, i due non sono mai stati amici.

Dopo le accuse particolarmente pesanti, Cameron Stewart ha cancellato i suoi profili social e non ha più risposto alle e-mail. Inoltre, che gli esponenti  DC Comics hanno scelto di non rispondere alle domande sulle indagini in corso.

Dopo essere stato sollevato da un progetto edito per DC Comics, Martin Morazzo di Ice Cream Man, per Image Comics, ha riportato che non sarà più disponibile la variant cover di Ice Cream Man #20 in arrivo ad Agosto a cura di Cameron Stewart. Il costo della commission sarà totalmente devoluto alla Safe Horizon, associazione no-profit che aiuta le vittime di  abusi  e crimini violenti. 


Fonte: BleedingCool