Joel Schumacher, ci lascia il regista di Batman Forever

Si è spento ieri, all’età di 80 anni, dopo una lotta  contro un tumore durata un intero anno, Joel Schumacher, regista, sceneggiatore e costumista.

Nato a New York il 29 agosto 1939, Schumacher ha iniziato a lavorare per la televisione ed ha studiato alla Parsons School of Design per diventare costumista. Riuscì a lavorare come tale negli anni ’70 con i film SleeperInteriors di Woody Allen. Divenne poi sceneggiatore e regista per la prima volta nel 1981 con The Incredible Shrinking Woman.

Diresse circa due dozzine di film, tra cui risaltano i due capitoli sul giustiziere di GothamBatman Forever Batman & Robin. Il primo, con Val Kilmer nei panni di Bruce Wayne, insieme a ad attori del calibro di Tommy Lee JonesNicole KidmanJim Carrey, riscosse un discreto successo. Il secondo, con protagonista George Clooney ed un cast comunque stellare con Uma Thurman ed Arnold Schwarzenegger, risultò invece come uno dei più grandi flop tra i cinecomic.

Tra gli altri film noti del regista figurano anche Il ClienteIl Fantasma Dell’Opera,  Il Momento di Uccidere, Ragazzi Perduti e In Linea con l’Assassino. Il più recente Trepass uscì nel 2011. Schumacher risulta pure come scrittore della comedy low-budget Car Wash del 1976 e sceneggiatore di numerosi altri film ed adattamenti per Broadway, tra cui lo stesso Il Fantasma Dell’Opera del 2004.

Più recentemente, nel 2013, il regista si è occupato anche di dirigere un paio di episodi della fortunata serie Netflix con Kevin Spacey, House Of Cards.

FonteDeadline.

Avete presente la scena in cui uno sfigatissimo Peter Parker corre dietro all'autobus all'inizio di Spiderman e poi, quello stesso giorno, viene morso da un ragno radioattivo che lo fa diventare uno dei supereroi più forti, cool ed amati del mondo? Ecco, Lorenzo Cuzzucoli, classe '93, è esattamente quello che corre dietro l'autobus. Non avendo ancora trovato un ragno radioattivo (nonostante i numerosi tentativi) ha deciso di svolgere la sua attività di supereroe intraprendendo l'oscura via della Medicina. Un Don Chisciotte dei fumetti, vive la sua vita accecato da fantasie di bambino e tra libri, film e serie tv, lotta a fianco del suo fido scudiero Sancho (la chitarra), cantando le nobili gesta all'amata Dulcinea (la musica)! Finora i mulini a vento hanno avuto la meglio, ma chissà, oggi quei giganti non sembrano poi così grandi...