Hulk

Marvel Comics: Immortal Hulk chiude con il numero #50

Una delle serie di maggior successo della Marvel Comics, ossia Immortal Hulk, si concluderà con il numero 50.
Joe Bennett, disegnatore della serie scritta da Al Ewig, ha risposto a un commento di un fan su Instagram che chiedeva informazioni sul finale della run. Ecco le parole dell’autore:

 “Finisce al numero 50.”

Anche Ewing, intervistato poi da Newsarama ha detto la sua. Eccone un estratto:

“Ci mancano ancora alcuni dettagli qua e là, alcuni dei quali importanti, ma sappiamo all’incirca come il progetto si concluderà. A lungo termine abbiamo un piano definito.”

Proseguendo, lo scrittore, ha parlato di cosa spera per il futuro di Hulk dopo il lavoro che ha svolto con Bennet

“Il Disturbo Dissociativo di Identità è spesso mal rappresentato male nella cultura popolare. Non so quanto bene l’abbiamo fatto, ma mi sento come se Bruce, stavolta, si stia comportando più come un un punto di riferimento di quanto non fosse in precedenza.

Ognuno degli Hulk presentati ha il proprio ruolo e la propria ragione d’essere. Odierei davvero vedere il ritorno a uno scenario semplicistico tra Bruce e Hulk. È più complesso di così.”

Vi ricordiamo che l‘arrivo di Immortal Hulk # 34 è previsto per il 24 giugno, con la serie che proseguirà mensilmente sino ad agosto. Se le uscite proseguiranno in questo modo, senza variazioni, Immortal Hulk # 50 dovrebbe arrivare nelle fumetterie per l’ottobre 2021. É recente, inoltre, la notizia che vuole il lancio di una serie fortemente legata a questo arco del Gigante di Giada, ossia Immortal She-Hulk, one-shot che andrà a inserirsi nell’evento Empyre, e che vedrà ancora a lavoro il duo Ewing/Bennet.

Fonte: Games Radar

Nasce in quel di Cagliari il 23 luglio 1992. Legge fumetti da quando ha memoria e frequenta per due anni, 2014 e 2015, il Corso di Fumetto tenuto dal Centro Internazionale del Fumetto di Cagliari. Nel 2015 partecipa al contest tenuto dal sito Verticalismi, Pilot, con le prime tavole della sua personalissima storia, The Badness, che lo vede come sceneggiatore e ideatore. Dal 2016 entra a far parte dell'Associazione Culturale Chine Vaganti e nel 2018 è scelto tra i 10 vincitori del concorso A caccia di storie indetto da Lucca Crea, Book on a Tree e la Fondazione Nazionale Carlo Collodi. Sempre nello stesso anno, esce il suo fumetto autoprodotto Acluofobia - Nel Buio, in veste di sceneggiatore. In tutto questo popò di tempo, comunque, continua a trovare il tempo per leggere, nonostante si voglia così male da laurearsi in Giurisprudenza.