Pokémon

Pokémon: ecco Articuno, Zapdos e Moltres di Galar

Il trailer del DLC di Pokémon Spada e Scudo, ossia L’Isola Solitaria dell’Armatura e Le Terre Innevate della Corona, ha rivelato la versione di Galar dei “Tre uccelli leggendari” di Kanto: Articuno, Zapdos e Moltres. Questa nuova rielaborazione del trio vanta, oltre il cambio d’aspetto, anche una modifica del tipo. Vediamo le novità nel dettaglio.

Articuno Galar

Articuno di Galar è diventato di tipo Psico/Volante. Il Pokémon Sanguefreddo ha acquisito l’abilità Tenacia e una nuova mossa esclusiva, Sguardo Gelido, di tipo Psico.

Articuno Galar

 

Zapdos di Galar perde il tipo Elettrico, passando ad un Lotta/Volante. Il Pokémon Zampeforti, ha l’abilità Agonismo e la mossa esclusiva Calcio Tonante.

Infine, Moltres di Galar passa al tipo Buio/Volante. L’abilità del Pokémon Malvagità è Furore, mentre la mossa peculiare Furia Ardente, di tipo Buio. 

Per ora non si hanno altre informazioni a riguardo, se non che pure Slowbro cambierà tipo, passando alla combinazione Veleno/Psico.
Lo Shellder non si attaccherà più alla coda, ma al braccio del mostricciattolo, iniettandolo con delle tossine che lo renderanno più irascibile e violento rispetto alla versione classica. Questo nuovo Slowbro vanterà la mossa Armaguscio, una nuova mossa di tipo Veleno che può avvelenare il bersaglio. L’attacco infligge un danno di tipo fisico, o speciale, a seconda di quale è più nocivo per il bersaglio con cui si troverà a combattere.

Fonte: Pokémon Millenium

Nasce in quel di Cagliari il 23 luglio 1992. Legge fumetti da quando ha memoria e frequenta per due anni, 2014 e 2015, il Corso di Fumetto tenuto dal Centro Internazionale del Fumetto di Cagliari. Nel 2015 partecipa al contest tenuto dal sito Verticalismi, Pilot, con le prime tavole della sua personalissima storia, The Badness, che lo vede come sceneggiatore e ideatore. Dal 2016 entra a far parte dell'Associazione Culturale Chine Vaganti e nel 2018 è scelto tra i 10 vincitori del concorso A caccia di storie indetto da Lucca Crea, Book on a Tree e la Fondazione Nazionale Carlo Collodi. Sempre nello stesso anno, esce il suo fumetto autoprodotto Acluofobia - Nel Buio, in veste di sceneggiatore. In tutto questo popò di tempo, comunque, continua a trovare il tempo per leggere, nonostante si voglia così male da laurearsi in Giurisprudenza.