The Last Guardian

Sony Pictures: un possibile adattamento per The Last Guardian

The Last Guardian è un videogame di stampo fantasy sviluppato da Team Ico (poi GenDESIGN) con il supporto e la distribuzione di Sony Interactive Entertainment, uscito nel 2016 in esclusiva per PlayStation 4. Adesso, con un rumor parecchio importante, pare che sia in sviluppo un adattamento cinematografico seguito proprio da Sony Pictures.

Il videogioco, nato dalla mente di Fumito Ueda (Ico, Shadow of the Colossus), vede i giocatori interpretare un giovane monaco che instaura uno strettissimo legame con Trico, immensa e benevola creatura che unisce nelle fattezze varie specie animali (un po’ uccello, un po’ mammifero), ricordando una chimera. I due diventano amici nonostante le credenze popolari sui “Trico”, che vengono visti come crudeli rapitori e divoratori di umani.

Risvegliatosi infatti in un antro a lui sconosciuto, il ragazzo ha di fianco a sé soltanto Trico, prigioniero e sperduto proprio com’è il giovane umano. Fra enigmi e corridoi labirintici, strani simboli e tatuaggi che s’illuminano sul corpo del ragazzo, lungo l’avventura di The Last Guardian i due personaggi finiscono per collaborare e diventare amici.

È proprio su questa base che s’innesta il film che, stando a quanto riportato dall’insider Daniel Richtman, su cui Sony sarebbe già al lavoro. Stando al report, la produzione del film starebbe cercando 4 attori. Uno ovviamente sarebbe l’interprete del ragazzo (per il quale si cerca un giovane di 12 anni) e un altro sarebbe l’attore che darebbe vita al gigantesco Trico. Con tutta probabilità, Trico sarebbe interpretato da un essere umano in carne e ossa grazie alle tecniche digitali della motion capture e della face capture.

Oltre ai due protagonisti, vengono ricercati anche una giovane donna di circa 27 anni e un uomo fra i 30 e 39 anni. Questi dovrebbero dare il volto a una coppia di genitori la cui figlia, Mono, è scomparsa, apparentemente rapita da un essere come Trico. Il nome dei due personaggi sarebbe Ariana e Ueda (riferimento quest’ultimo al nome del creatore dell’ideatore del videogame).

Per la produzione della pellicola sarebbe stato scelto Kevin Misher con la sua Misher Films (Il Re Scorpione, Carrie). Per la scrittura invece sarebbe stato selezionato Max Borenstein, già scrittore di Godzilla e Kong: Skull Island. Restiamo in attesa di conferme e soprattutto di eventuali altre notizie in merito a questo interessantissimo progetto.

Fonte: PlayStation LifeStyle

Classe 1989, Simone ha sempre cercato il mezzo d'espressione perfetto: forse il fumetto (come quell'"House of M" targato Marvel), o magari il cinema (con "Jurassic Park" come primo film di cui ha memoria), oppure il videogioco (la prima epica sessione, 5 ore davanti alla PlayStation)? Quando non pensa a questa insensata gara, si diverte a scrivere racconti e poesie. E i suoi studi umanistici riflettono un po' il suo animo, fra una tesi sul rapporto fra storia degli Stati Uniti e fumetti di supereroi, e un glossario della lingua videoludica (che è riuscito anche a pubblicare).