Durante l’ultimo State of Play organizzato da Sony Interactive Entertainment, abbiamo scoperto qualcosa di più di ciò che troveremo in Ghost of Tsushima, uno dei prossimi videogiochi in esclusiva per PlayStation 4.

Ghost of Tsushima è un videgioco votato all’avventura e all’azione, non senza elementi stealth, con una struttura di gioco a mondo aperto. L’opera si svolge sull’isola di Tsushima, ai tempi della prima invasione mongola del Giappone, durante il XIII secolo. I giocatori interpreteranno Jin Sakai, l’ultimo samurai in vita, che dovrà alternare le tecniche tipiche della sua scuola di combattimento con quelle della Via del Fantasma, che lo trasformeranno in una sorta di leggenda (il “ghost” del titolo).
Questa storia di lotta per la libertà e l’indipendenza è stata sviluppata da Sucker Punch Productions, lo studio dietro la saga di Infamous. Ed è proprio Jason Connell, direttore creativo e artistico della casa di sviluppo, a portarci nel mondo di Ghost of Tsushima con questo video.

Il primo punto su cui Connell si focalizza è l’esplorazione e il punto focale dell’avere un videogioco a mondo aperto in cui liberare la curiosità dei giocatori. Con un HUD (dunque gli elementi come barra della vita e simili presenti sullo schermo) ridotto all’osso, così da concentrarci sul panorama e sull’azione, il vento guiderà il giocatore attraverso il mondo di gioco, indicando con le sue folate la direzione verso cui rivolgersi. Assieme al vento e alle sue “indicazioni”, gli utenti dovranno stare attenti ad alcuni indizi per scoprire i segreti del gioco: fra questi, ci saranno sparsi nella mappa colonne di fumo e animali che vorranno attirare la nostra attenzione. Nel video, Connell ci tiene poi di nuovo a sottolineare come due delle colonne portanti dell’opera saranno l’esplorazione e il senso dell’avventura.

Ghost of Tsushima

A seguire, la parola passa a Nate Fox, “director” del videogame, che ci introduce ai combattimenti. Questi sono strutturati in una maniera, quasi statica e pesante, che vuole richiamare alla mente i classici duelli tipici dei film di samurai. In particolare, l’attenzione viene posta sulla precisione e abilità necessarie affinché il nostro Jin non consumi troppa energia e sia in grado di reagire costantemente agli attacchi dell’esercito mongolo. Inoltre, potremo cambiare anche stile di combattimento per trovare gli attacchi migliori per le varie tipologie di nemici.
Se invece non vorremo seguire la via del samurai, ma diventare uno “Spettro“, potremo approccarci alle situazioni e ai nemici in maniera diametralmente opposta, nascosti e muovendoci fra le ombre. Attireremo i nemici dove vorremo noi, per poi tendere loro trappole mortali. Assieme a questi, avremo a disposizione attacchi silenziosi, bombe fumogene, kunai e molti altri strumenti.

Nel corso dell’avventura in Ghost of Tsushima, avremo la possibilità di modificare le armature e gli indumenti che indosserà il nostro Jin, fornendogli così differenti tipologie di vantaggi. Oltre alle armature, per definire al meglio il modo in cui vogliamo giocare il videogame, ci saranno i bonus offerti dagli amuleti omamori e i punti tecnica, con i quali potremo imparare e potenziare nuove abilità.
All’interno del videogioco sarà disponibile la modalità foto, che consentirà agli utenti di modificare vari parametri dell’immagine e scattare foto in game. Ci sarà anche la possibilità di inserire la colonna sonora preferita per girare brevi video. Infine, per ricreare ancora di più quell’atmosfera tipica dei classici cinematografici del genere, in Ghost of Tsushima sarà presente la modalità cinema samurai. A caratterizzarla troviamo il bianco e nero, un’atmosfera molto più ventosa del normale e la grana tipica delle vecchie pellicole.
Vi ricordiamo che Ghost of Tsushima di Sucker Punch Productions sarà disponibile in tutto il mondo a partire dal 17 luglio 2020, in esclusiva per PlayStation 4.

FONTE: Youtube