È finalmente disponibile su Netflix la nuova docu-serie The Last Dance, prodotta dal canale sportivo statunitense ESPN. La serie terrà compagnia agli spettatori di Netflix per alcune settimane, con l’uscita degli episodi scaglionata nell’arco di circa un mese, un giorno dopo l’uscita su ESPN.

The Last Dance ci porta nel mondo della pallacanestro, più nello specifico raccontandoci della mitica squadra dei Chicago Bulls e del campione Michael Jordan. La serie approfondirà infatti la stagione di basket del 1997-1998, l’ultima durante la quale Jordan fece parte della compagine di Chicago, fino alla vittoria del sesto titolo dell’NBA nell’arco di 8 anni. Nel raccontare quella fantastica annata sportiva, la docu-serie si avvarrà di immagini e video dell’epoca, alcuni dei quali inediti, e potrà contare anche interviste e interventi di personalità dell’epoca.

Nella produzione della serie, oltre a Netflix ed ESPN, troviamo NBA Entertainment e Mandalay Sports Media. La mente dietro The Last Dance è Michael Tollin (Smallville, One Tree Hill), mentre della regia si è occupato Jason Hehir (UFC Primetime), il quale ha già lavorato a produzioni documentaristiche, come Andre the Giant e Finding Hulk Hogan.
La docu-serie è composta da 10 episodi, della durata di 60 minuti circa l’uno. Come accennato all’inizio, gli episodi vengono trasmessi sul canale statunitense ESPN ogni domenica, per poi essere diffusi anche in streaming ogni lunedì. I primi due sono già disponibili su Netflix, mentre gli altri saranno distribuiti di settimana in settimana, fino agli ultimi episodi, che arriveranno il 18 maggio.
Oltre a Michael Jordan, in The Last Dance faranno la loro comparsa anche altri campioni e personalità dell’epoca, come Scottie Pippen, Magic Johnson, Steve Kerr, Charles Barkley e molti altri ancora. Dunque non ci resta altro che goderci questo tuffo negli anni ’90 e nell’universo del grande sport.

FONTE: Netflix