American Gods

American Gods 3 avrà più episodi rispetto alle passate stagioni

La terza stagione di American Gods avrà più episodi delle precedenti. A comunicarlo è stato il protagonista Ricky Whittle, interprete di Shadow Moon, con un video poi caricato su Twitter

Whittle ha annunciato che la prossima stagione di American Gods sarà composta da dieci episodi, ben due in più rispetto alla seconda. In questi, vedremo Shadow costruirsi una nuova vita nella città di Lakeside, Wisconsin. Qua scoprirà un oscuro segreto e la sua mente sarà tempestata dalle domande riguardo la propria natura divina. Shadow, guidato dalle divinità Orisha, dovrà capire chi è: accettare la sua nuova natura o rimanere umano?

Vi ricordiamo che nel cast dello show troveremo ancora Ian McShane, Emily Browning, Pablo Schreiber, Yetide Badaki, Bruce Langley e Crispin Glover. Oltre loro, la terza stagione di American Gods, vedrà un cospicuo numero di guest star, come Marilyn Manson, Blythe Danner e Herizen Guardiola. Ashley Reyes, invece, diventerà una presenza regolare.
Nonostante la gestazione della seconda stagione sia stata alquanto difficile, pare che ben presto rivedremo le divinità guidate da Odino sul piccolo schermo. Dopo la conclusione della prima stagion, infatti, gli showrunner Bryan Fuller e Micheal Green abbandonarono la serie, venendo rimpiazzati da Jesse Alexander, allontanato dal progetto poco dopo. La problematica però non si fermò soltanto agli showrunner, poiché anche le attrici Kristin Chenoweth, interprete di Ester, e Gillian Anderson, che vestiva i panni di Media, lasciarono i lavori.

American Gods è basata sul celebre romanzo fantasy di Neil Gaiman, pubblicato per la prima volta nel 2001. L’opera parla di Shadow, ingaggiato dal misterioso signor Wednesday come personale guardia del corpo. Shadow scopre in fretta che, però, Wednesday è in realtà il dio nordico Odino. La divinità vuole riunire tutti gli antichi dèi per una grande, nuova, guerra contro alcune nuove divinità che minacciano di cancellarli dalle memorie dell’uomo. 

American Gods

Fonte: winteriscoming.net

Nasce in quel di Cagliari il 23 luglio 1992. Legge fumetti da quando ha memoria e frequenta per due anni, 2014 e 2015, il Corso di Fumetto tenuto dal Centro Internazionale del Fumetto di Cagliari. Nel 2015 partecipa al contest tenuto dal sito Verticalismi, Pilot, con le prime tavole della sua personalissima storia, The Badness, che lo vede come sceneggiatore e ideatore. Dal 2016 entra a far parte dell'Associazione Culturale Chine Vaganti e nel 2018 è scelto tra i 10 vincitori del concorso A caccia di storie indetto da Lucca Crea, Book on a Tree e la Fondazione Nazionale Carlo Collodi. Sempre nello stesso anno, esce il suo fumetto autoprodotto Acluofobia - Nel Buio, in veste di sceneggiatore. In tutto questo popò di tempo, comunque, continua a trovare il tempo per leggere, nonostante si voglia così male da laurearsi in Giurisprudenza.