Hulu: sono terminate le riprese di Helstrom

Helstrom sarà l’ultima serie in live action Marvel che vedremo in arrivo sulla piattaforma Hulu, a seguito dell’uscita di scena (qualche mese fa) di Jeph Loeb dal ruolo di capo della divisone televisiva Marvel e la conseguente promozione di Kevin Feige a direttore creativo di tutta la produzione Marvel Studios e Marvel Television. Ora, grazie a un membro del cast, sappiamo che le riprese sono infine terminate.

Helstrom

È stato infatti l’attore Alain Uy (The Passage) ad affidare a Instagram, come potete vedere qua sopra, l’annuncio della conclusione delle riprese, non senza un velo di ironia. Uy avrà una parte secondaria nello show, mentre al centro del cast avremo Tom Austen (The Royals) e Sydney Lemmon (Fear the Walking Dead): i due saranno Daimon Helstrom e sua sorella Ana, una coppia di fratelli che ha alle spalle una cupa storia familiare di violenze, soprusi e misteri. Di giorno Daimon è un professore di etica che di notte si trasforma in esorcista, e sa benissimo di non essere in grado di salvare l’intero mondo, ma tenterà comunque di aiutare chi si trova vicino a lui; nella sua guerra contro un mondo sotterraneo, Daimon farà di tutto per spazzare via i demoni ogni volta che proveranno a mostrarsi, e non si fermerà finché non riuscirà nel suo intento. Ana Helstrom è invece una direttrice di una casa d’aste di successo, ma il suo vero interesse è il dare la caccia a chi fa del mare agli altri; fra questi c’è anche suo padre, del quale lei teme però che il suo ritorno sia vicino.
Nel resto del cast troviamo Elizabeth Marvel (Homeland), Ariana Guerra (Dion), Robert Wisdom (Prison Break) e June Carryl (Mindhunter). La serie Marvel, che dovrebbe debuttare su Hulu l’anno prossimo, sarà composta da dieci episodi e Paul Zbyszewski (Lost) sarà presente in veste di produttore esecutivo e showrunner, così come sarà produttore anche Jeph Loeb.

FONTE: ComicbookComingSoon

Classe 1989, Simone ha sempre cercato il mezzo d'espressione perfetto: forse il fumetto (come quell'"House of M" targato Marvel), o magari il cinema (con "Jurassic Park" come primo film di cui ha memoria), oppure il videogioco (la prima epica sessione, 5 ore davanti alla PlayStation)? Quando non pensa a questa insensata gara, si diverte a scrivere racconti e poesie. E i suoi studi umanistici riflettono un po' il suo animo, fra una tesi sul rapporto fra storia degli Stati Uniti e fumetti di supereroi, e un glossario della lingua videoludica (che è riuscito anche a pubblicare).