Netflix: trailer e dettagli del nuovo film d’animazione, La Famiglia Willoughby

Netflix ha pubblicato il trailer ufficiale in italiano di La famiglia Willoughby, pellicola d’animazione prodotta da BRON Animation e in arrivo il 22 Aprile 2020. Il trailer dopo il salto. 

Il film è tratto dall’omonimo libro per bambini del 2008 scritto da Lois Lowry. Racconta le vicissitudini di quattro ragazzi che decidono di sperimentare la loro libertà, convinti che potrebbero vivere meglio senza genitori. 

La pellicola Netflix è prodotta da Luke Carroll, Brenda Gilbert e Aaron L. Gilbert, scritta e diretta da Kris Pearn. Nel cast dei doppiatori ci sono Ricky Gervais, Martin Short, Terry Crews, Jane Krakovski, Alessia Cara e Will Forte.

Nata a Oahu (Hawaii, USA) da Robert e Katherine Landis Hammersberg, il cognome mostra le origini norvegesi della discendenza paterna, e durante l’infanzia veniva chiamata dai parenti nord-europei “Sena”.

È la seconda di tre figli, Helen, la sorella maggiore e Jon il fratello minore. Nel 1962 la sorella maggiore Helen muore prematuramente a soli 28 anni. Proprio il trauma subito e le vicende contigue hanno portano la Lowry a scrivere l’acclamato A Summer to Die. Il padre, Robert, è stato un medico dell’esercito e negli anni prima e dopo la seconda guerra mondiale ha portato la famiglia a vari trasferimenti forzati, dapprima a Brooklyn (New York City) poi Carlisle (Pennsylvania), Tokyo (Giappone), Governors Island. Prima di dedicarsi alla letteratura per ragazzi è stata una fotografa e giornalista freelance nel corso degli anni settanta. Il suo stile giornalistico attirò l’attenzione della casa editrice Houghton Mifflin, che dopo un po’ di pressione riuscì nell’intento di farle scrivere il suo primo libro, A Summer to Die, pubblicato nel 1977. Nella sua carriera da scrittrice ha vinto due volte la prestigiosa Medaglia John Newbery, la prima volta nel 1990 per Conta le stelle (Number the Stars) e successivamente per The Giver (1993). Tra i temi preferiti di Lowry nelle sue opere vi sono il razzismo, l’Olocausto, l’omicidio e le malattie terminali. Le sue opere sono presenti in molti istituti statunitensi e sono parte integrante di test curriculari.

La maggior parte delle opere della scrittrice è inedita in italiano. (Wikipedia) 

Classe'93, romano. Fondatore e redattore di Fr4med, a causa di un'amicizia sbagliata si mette nei guai intorno ai 10 anni. Tra un disturbo di personalità e manie ossessivo-compulsive, si laurea in Psicologia confermando perfettamente gli stereotipi di facoltà. Ha scritto per le redazioni di Geek Area e NerdM0vie Productions. Ha un debole per l'Africa.