La Marvel potrebbe punire Evangeline Lilly per le sue dichiarazioni sul Coronavirus

La star di LostEvangeline Lilly ha fatto delle dichiarazioni pericolose.

L’attrice avrebbe attirato un sacco di polemiche, la scorsa settimana, riferendo la sua volontà di non autoisolarsi per l’emergenza Coronavirus. Dopo aver dichiarato di essere immuno-compromessa e di vivere con il padre malato di Leucemia allo stadio 4, la Lilly avrebbe scritto in un commento Instagram:

“Alcune persone mettono la vita prima della libertà, altre prima la libertà rispetto alla vita. Al momento sembra siamo troppo vicini alla Legge Marziale per i miei gusti e tutto per un’influenza respiratoria.”

Ebbene le critiche non hanno tardato ad arrivare: dapprima la collega Sophie Turner, durante una live di Instagram fatta insieme al marito Joe Jonas, ha utilizzato parole non molto leggere – “Don’t be f**king stupid!” – evidenziando come rimanere a casa sia necessario per evitare il diffondersi della malattia ed il contagio verso persone più vulnerabili. Successivamente, la stessa casa Marvel, con cui la Lilly avrebbe dovuto lavorare per il terzo capitolo di Ant-Mansembrerebbe stare valutando l’idea di ridurre il coinvolgimento dell’attrice.

Secondo l’andamento della storia di Scott Lang, far passare Hope Van Dyne da protagonista a personaggio secondario potrebbe non essere poi così difficile e suonare quasi naturale. Dopo gli eventi di Avengers: Endgame, infatti, Cassie Lang è cresciuta e potrebbe prendere il posto della Lilly come co-protagonista al fianco del padre.

Per ora stiamo parlando solo di speculazioni, perciò non ci resta che aspettare ed attendere!

Restate con noi per aggiornamenti!

Fonti: Entertainment; WeGotThisCovered

Avete presente la scena in cui uno sfigatissimo Peter Parker corre dietro all'autobus all'inizio di Spiderman e poi, quello stesso giorno, viene morso da un ragno radioattivo che lo fa diventare uno dei supereroi più forti, cool ed amati del mondo? Ecco, Lorenzo Cuzzucoli, classe '93, è esattamente quello che corre dietro l'autobus. Non avendo ancora trovato un ragno radioattivo (nonostante i numerosi tentativi) ha deciso di svolgere la sua attività di supereroe intraprendendo l'oscura via della Medicina. Un Don Chisciotte dei fumetti, vive la sua vita accecato da fantasie di bambino e tra libri, film e serie tv, lotta a fianco del suo fido scudiero Sancho (la chitarra), cantando le nobili gesta all'amata Dulcinea (la musica)! Finora i mulini a vento hanno avuto la meglio, ma chissà, oggi quei giganti non sembrano poi così grandi...