DC Comics: ecco la cover di Jim Lee per l’ottantesimo anniversario di Catwoman

Questo 1° aprile arriverà nelle fumetterie statunitensi  The Catwoman 80th Anniversary 100-Page Super Spectacular, ovvero l’albo fuori-misura per celebrare gli ottant’anni di Catwoman.   Ovviamente lo speciale avrà diverse variant cover realizzate dagli artisti più disparati, fra cui Adam Hughes, Frank Cho, Stanley Artgerm Lau, Jim Lee e molti altri,  ma non solo. All’interno saranno presenti storie  a cura di più team creativi.  A gennaio è giunta notizia che Tom King fosse attualmente al lavoro su una storia, dal titolo provvisorio Helena, che verrà inserita proprio nello speciale. Fra gli altri autori coinvolti, troviamo  Ed Brubaker, Cameron Stewart, Paul Dini,  Mikel Janin, Ann Nocenti, Adam Hughes, Will Pfeiffer, Steve Rude, Tula Lotay, Emanuela Lupacchino, Mindy Newell ed infine Jim Balent. 
Adesso, a poco più di un mese dalla pubblicazione dell’albo celebrativo, Jim Lee ha pubblicato la sua variant cover. La sua illustrazione  prende ispirazione dagli anni 2000 e sembra proprio che Selina Kyle sia scappando da Batman e Robin. L’artista ha condiviso i punti salienti del processo creativo dietro la copertina:  a partire dalle matite, successivamente è presente la versione inchiostrata, per poi terminare con i colori.
Catwoman è stata creata nel 1940, da Bill Finger e Bob Kane. Da allora, Selina è stata parte integrante di numerose storie incentrate su Batman, ma non solo. Il personaggio è anche apparso su grande schermo in più di un’occasione. Inoltre, sarà presente anche in The Batman, film diretto da Matt Reeves: per l’occasione, la gatta sarà interpretata da Zoe Kravitz ed affiancherà Robert Pattinson nei panni di Bruce Wayne. 

Catwoman 80th Anniversary 100-Page Super Spectacular #1  sarà disponibile oltreoceano a partire dal 15 aprile, al prezzo di $9.99.

Fonte: CBR

Sarcastica, ironica e cinica, nasce nel 1995. Non essendo mai stata brava a parlare di sé, preferisce che siano i fatti a farlo. In tenera età viene catapultata nel mondo dei videogames e da allora non ne è più uscita. Ha una piccola (si fa per dire) passione per la programmazione, la fotografia e la musica rock. Il suo punto debole sono i bulldog ed i paesi nordici.