Spider-Man

Spider-Man: Sony Pictures era pronta alla sua uscita dal MCU

L’arrivo di Spider-Man nel MCU ha avvicinato Disney e Sony, nonostante la diatriba che voleva l’accordo sull’utilizzo dell’eroe come concluso per sempre. Le due major, anche a seguito degli incassi esorbitanti di Spider-Man: Far From Home hanno però deciso di proseguire in questa “strada comune”. Infatti Spider-Man, oltre che far parte del Marvel Cinematic Universe, avrà un terzo film stand-alone. Però, secondo quanto affermato da Tom Holland, Sony avrebbe realizzato un grande film anche se fosse mancato questo accordo.

L’attore ha infatti rivelato che Sony Pictures non era impreparata all’uscita di Spider-Man dal MCU. Ecco le sue parole, rilasciate a MTV News:

Il futuro di Spider-Man sarebbe stato ancora molto brillante con Sony e avevamo un’idea davvero meravigliosa su come passare a uno Spidey senza Marvel Cinematic Universe.Tom Rothman e Amy Pascal erano davvero fiduciosi  del fatto che avremmo realizzato un film degno delle attese e che avrebbe reso giustizia a Spider-Man

Il giovane attore ha poi proseguito:

Sono davvero felice di essere tornato nel MCU e di riunire la squadra, perché adesso mi sembra di essere al posto giusto. Sono grato che Bob Iger e Tom Rothman mi abbiano permesso di prendere parte al processo per riportarlo a casa, è stata un’esperienza davvero interessante e posso anche vantarmi, con tutto il diritto, di aver salvato Spider-Man

Spider-Man

Holland si è poi lasciato andare, esprimendo un suo piccolo desiderio, affermando che gli piacerebbe partecipare, come Peter Parker, alla serie Marvel WandaVision:

Paul Bettany ed Elizabeth Olsen sono due delle persone più belle che conosco, e mi piacerebbe lavorare un po’ di più con loro e conoscerli un po’ meglio, quindi se potessi mettere Spider-Man nella serie WandaVision sarebbe fantastico. Kevin Feige, se vuoi farlo, il mio numero ce l’hai!

Vi ricordiamo come, il giovane interprete dell’Arrampicamuri, abbia confermato che le riprese di Spider-Man 3 inizieranno a luglio.

Fonte: cbr

Nasce in quel di Cagliari il 23 luglio 1992. Legge fumetti da quando ha memoria e frequenta per due anni, 2014 e 2015, il Corso di Fumetto tenuto dal Centro Internazionale del Fumetto di Cagliari. Nel 2015 partecipa al contest tenuto dal sito Verticalismi, Pilot, con le prime tavole della sua personalissima storia, The Badness, che lo vede come sceneggiatore e ideatore. Dal 2016 entra a far parte dell'Associazione Culturale Chine Vaganti e nel 2018 è scelto tra i 10 vincitori del concorso A caccia di storie indetto da Lucca Crea, Book on a Tree e la Fondazione Nazionale Carlo Collodi. Sempre nello stesso anno, esce il suo fumetto autoprodotto Acluofobia - Nel Buio, in veste di sceneggiatore. In tutto questo popò di tempo, comunque, continua a trovare il tempo per leggere, nonostante si voglia così male da laurearsi in Giurisprudenza.