Dark Horse: annunciato “You look like death”, primo spin-off di Umbrella Academy

L’universo di Umbrella Academy, l’acclamata serie di Gerard Way e Gabriel Bá divenuta un successo internazionale grazie alla serie televisiva prodotta da Netflix, è pronto ad ampliarsi grazie alla prima miniserie spin-off del titolo. In attesa del quarto volume, la Dark Horse ha annunciato una miniserie, composta da sei albi, dal titolo You Look Like Death. Il lavoro servirà da prequel per il primo volume di Umbrella Academy e sarà incentrato sul personaggio di Klaus Hargreeves. 

A curare i testi del prequel troveremo Gerard Way, creatore di Umbrella Academy, affiancato da Shaun Simon, mentre ai disegni ci sarà I.N.J. Culbard. Nate Piekos, già letterista di The Umbrella Academy: Hotel Oblivion, tornerà anche sullo spin-off. Non preoccupatevi, sarà presente anche Gabriel Bà, che per l’occasione illustrerà solamente alcune copertine. 

Lo stesso Gerard Way ha affermato di essere particolarmente entusiasta di lavorare al titolo. L’autore ha spiegato di voler raccontare una storia totalmente incentrata su Klaus da tanto tempo, sopratutto dopo che l’Umbrella si è separata. Way ha dunque immaginato degli anni tormentati per il nostro protagonista, pieni di alti e bassi, escursioni supernaturali, senza neanche parlare delle battaglie interiori. 

La miniserie dunque seguirà un Klaus ormai diciottenne mentre prova a farsi strada per Hollywood, senza l’Umbrella Academy. La storia è ambientata dieci anni prima degli eventi di Apocalypse Suite.

Il primo albo di You Look Like Death arriverà nelle fumetterie statunitensi a partire dal 17 giugno. Fra gli artisti che cureranno le copertine dei sei albi, troviamo lo stesso Culbard, il già citato , Leo Romero, Jenny Frison e molti altri.

Fonte: CBR

Sarcastica, ironica e cinica, nasce nel 1995. Non essendo mai stata brava a parlare di sé, preferisce che siano i fatti a farlo. In tenera età viene catapultata nel mondo dei videogames e da allora non ne è più uscita. Ha una piccola (si fa per dire) passione per la programmazione, la fotografia e la musica rock. Il suo punto debole sono i bulldog ed i paesi nordici.