Sylvester Stallone (Rambo, Rocky), nonostante l’aver superato i 70 anni, ancora non è stufo di cinema, per questo dobbiamo prepararci a uno dei suoi prossimi progetti, il thriller d’azione Little America.

La pellicola, che sarà prodotta nientemeno che da Michael Bay (Bad Boys, Transformers), sarà ambientata in un futuro distopico in cui gli Stati Uniti sono finiti in bancarotta, solo per diventare poi una zona di guerra. In questo futuro Sylvester Stallone interpreterà un ex-ranger dell’esercito statunitense, il quale verrà assoldato da un miliardario asiatico con lo scopo di ritrovare sua figlia, misteriosamente scomparsa. Per fare questo, il personaggio di Stallone dovrà avventurarsi nei luridi bassifondi di Little America, una città nella città: Little America è infatti una porzione di una città a Hong Kong, circondata però da spesse mura e il cui accesso è ristretto. In questa città, in cui sono fuggiti e si sono nascosti molti americani fuggiti dagli U.S.A., l’ex-ranger potrà contare sull’aiuto di una combattente dalle abilità molto sviluppate, sorella della ragazza scomparsa.

Little America

Già da alcuni dettagli della descrizione del film possiamo mettere in relazione questa pellicola con il cult del 1981 di John Carpenter (Essi Vivono), 1997: Fuga da New York, in cui il protagonista (Kurt Russell, La Cosa) doveva entrare in una New York blindata e murata. Per questo nuovo film, la scrittura e la sceneggiatura sono in mano a Rowan Athale (The Rise), e dopo un lungo tentativo della Universal Pictures di mettere in produzione l’adattamento, il progetto è poi finito in mano a Michael Bay, come dicevamo, e alla sua Platinum Dunes.

Little America, che vedrà Rowan Athale anche in cabina di regia, dovrebbe vedere l’inizio delle riprese appena Sylvester Stallone terminerà i lavori sul suo prossimo progetto, il film thriller dai vari elementi fantascientifici e supereroisitici Samaritan (in uscita al termine del 2020).

Fonte: Deadline