GIPI

GIPI sarà il Lucca Guest of Honour alla prossima edizione del Festival di Angoulême

È recentissima la notizia che vuole GIPI come ambasciatore del fumetto italiano alla prossima edizione del Festival di Angoulême.
Di seguito potete leggere il comunicato ufficiale rilasciato da Lucca Comics & Games.

Continua il gemellaggio tra Lucca Comics & Games e il Festival international de la bande dessinée d’Angoulême, lanciato nel corso dell’edizione 2019 della manifestazione toscana, e nato per valorizzare a livello europeo il fumetto italiano e quello francese.
Dal 30 gennaio al 2 febbraio il Lucca Guest of Honour ad Angoulême sarà GIPI (Gian Alfonso Pacinotti), designato da Lucca Comics & Games come suo ideale ambasciatore e portavoce del Fumetto Italiano in Francia. Una partnership che collega come un “filo rosso di creatività e arte” la presenza straordinaria dell’autore toscano alla partecipazione di Alex Alice come Angoulême Guest of Honour a Lucca Comics & Games 2019. La scelta di GIPI come Lucca Guest of Honour è il naturale proseguimento di un rapporto tra l’autore e Lucca Comics & Games nato già nel 2005, quando fu insignito del Premio Gran Guinigi come miglior autore unico e reso ancor più saldo l’anno successivo, quando fu chiamato a realizzare uno dei più iconici poster del festival. Ma è soprattutto un riconoscimento del suo lavoro in tutti i campi artistici: non solo è uno dei più noti fumettisti italiani nel mondo (i suoi libri tutti pubblicati con Coconino Press hanno ottenuto numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali), ma ha saputo distinguersi come autore di giochi da tavolo (Bruti, realizzato in crowdfunding), regista cinematografico (L’ultimo terrestre e Il ragazzo più felice del mondo, entrambi prodotti da Fandango) e autore di straordinari cortometraggi di satira per il web e la TV.

Sempre dal comunicato stampa, ecco un breve biografia dell’autore:

GIPI  nasce a Pisa nel 1963. Nel 1994 inizia a pubblicare vignette e racconti brevi sulla rivista satirica Cuore. Le prime storie a fumetti escono sul mensile Blue e poi su altre testate e giornali italiani. Il suo libro Appunti per una storia di guerra (edizione francese con Actes sud) è stato premiato con il Fauve d’Or per il Miglior fumetto dell’anno ed il Premio Goscinny per la Miglior sceneggiatura al Festival internazionale di Angoulême nel 2006. Tra gli ultimi libri: Unastoria, candidato al Premio Strega 2014, segnando la prima volta di un fumetto in lizza per aggiudicarsi il più prestigioso riconoscimento letterario italiano; La terra dei figli (2016) tradotto in 18 lingue e il recentissimo Momenti straordinari con applausi finti, che ha immediatamente guadagnato il plauso di critica e pubblico. 

Fonte: Comunicato stampa Lucca Comics & Games

Nasce in quel di Cagliari il 23 luglio 1992. Legge fumetti da quando ha memoria e frequenta per due anni, 2014 e 2015, il Corso di Fumetto tenuto dal Centro Internazionale del Fumetto di Cagliari. Nel 2015 partecipa al contest tenuto dal sito Verticalismi, Pilot, con le prime tavole della sua personalissima storia, The Badness, che lo vede come sceneggiatore e ideatore. Dal 2016 entra a far parte dell'Associazione Culturale Chine Vaganti e nel 2018 è scelto tra i 10 vincitori del concorso A caccia di storie indetto da Lucca Crea, Book on a Tree e la Fondazione Nazionale Carlo Collodi. Sempre nello stesso anno, esce il suo fumetto autoprodotto Acluofobia - Nel Buio, in veste di sceneggiatore. In tutto questo popò di tempo, comunque, continua a trovare il tempo per leggere, nonostante si voglia così male da laurearsi in Giurisprudenza.