Marvel Comics: la nuova serie dedicata ai Champions

I fumetti di supereroi, in questo caso i fumetti della Marvel Comics, sono spesso ricchissimi di formazioni di eroi molto eterogenee e differenti fra di loro, come nel caso dei Campioni (o Champions in originale). Questo supergruppo, nato nella sua attuale formazione nel 2016 (il team originale nacque negli anni ’70), ha visto militare al suo interno vari giovanissimi supereroi di alterna fama, fino alla chiusura della testata, agli inizi del 2019. Ora, però, a quanto pare la Marvel è pronta a rilanciarli.

Nella formazione originale hanno militato, in ruoli di primo piano, la giovane inumana mutaforma Kamala Khan/Ms. Marvel, Sam Alexander (con l’alter ego di Nova) e Miles Morales/Spider-Man. Con loro hanno combattuto Viv (figlia dell’androide Visione), Riri Williams/Ironheart, l’eroina dai poteri ragneschi Silk e molti altri.
La nuova serie dedicata ai Campioni prende avvio dal one-shot in arrivo negli Stati Uniti a marzo 2020 e dal titolo di Outlawed (Fuorilegge): a seguito di una grave tragedia, il governo statunitense vuole obbligare i supereroi minorenni a smascherarsi e ad abbandonare la loro attività di vigilanti, seguendo un po’ le orme di quella che fu la trama della prima Civil War.
Kamala, Miles e Sam non ci stanno e per questo decidono di riunirsi per opporsi a questa legge: ciò segna il ritorno dei Campioni, perché il mondo ha bisogno di eroi, anche se il mondo non vuole ora (per parafrasare la sinossi ufficiale della serie).

Campioni
Cover del primo numero della nuova serie, opera di Toni Infante.

Champions sarà scritta da Eve L. Ewing (Ironheart), già scrittrice del one-shot Outlawed, con il supporto dei disegni dell’italiano Simone Di Meo (Vecchio Logan, L’Immortale Hulk). Di seguito trovate alcune dichiarazioni della scrittrice, insieme alla copertina alternativa  del primo numero (opera anche questa di Simone Di Meo) e ad alcune tavole.

Sono eccitata, e spero che lo siano anche i lettori! Sono una grandissima fan dei Campioni e amo ciò che Jim Zub [autore della precedente serie, n.d.r.] e il suo team hanno fatto con i Champions l’ultima volta, per questo sono così pazza all’idea di raccontare una storia con così tanti dei miei personaggi preferiti.
[…] Penso che individualmente e collettivamente i Campioni siano fra i personaggi Marvel più fichi e interessanti. Ho amato scrivere Ms. Marvel Team-Up, e i lettori attenti hanno notato che ho inserito Nadia van Dyne (Wasp) e Miles Morales in Ironheart. E voglio raccontare una storia che sia degna di loro.
L’editor Marvel Alanna Smith è venuta da me l’estate scorsa con l’idea per questa storia. Mi ha preso subito e ci siamo messe a parlare del fatto che era una serie bellissima che avrei fatto sicuramente. Tuttavia, quando ho iniziato a lavorarci, è stato chiaro che altri team creativi erano interessati a collegarsi a questa storia […]. Adesso sono in contatto con un paio di altri team creativi per capire ciò che avverrà nei loro titoli partendo da Champions. Non vedo l’ora di vedere dove ci porterà!

  • Cover del primo numero della nuova serie, opera di Toni Infante.

Fonte: ScreenRant

Classe 1989, Simone ha sempre cercato il mezzo d'espressione perfetto: forse il fumetto (come quell'"House of M" targato Marvel), o magari il cinema (con "Jurassic Park" come primo film di cui ha memoria), oppure il videogioco (la prima epica sessione, 5 ore davanti alla PlayStation)? Quando non pensa a questa insensata gara, si diverte a scrivere racconti e poesie. E i suoi studi umanistici riflettono un po' il suo animo, fra una tesi sul rapporto fra storia degli Stati Uniti e fumetti di supereroi, e un glossario della lingua videoludica (che è riuscito anche a pubblicare).