Better Call Saul

Better Call Saul: AMC annuncia che la sesta stagione sarà l’ultima

Il buon, vecchio, Saul è pronto a salutarci definitivamente. Better Call Saul, lo spin-off di Breaking Bad, si concluderà, infatti, con la sesta stagione.
Durante il press tour invernale del Television Critic Association la rete AMC ha annunciato che Better Call Saul saluterà i suoi fan.

Sarah Barnett, presidente degli AMC Studios, ha dichiarato:

Decidere di produrre un prequel della più iconica serie della storia della televisione è la cosa più coraggiosa che questa rete abbia mai fatto. Grazie al lavoro di Vince Gilligan e Peter Gould è stato un percorso appagante. Ci ha dato molta soddisfazione lavorare con il team di Better Call Saul, che continua a proporre alcune delle storie più intriganti del panorama televisivo

Lo showrunner, Peter Gould, ha invece detto:

Fin dal primo giorno di lavorazione desideravo portare avanti e concludere la storia del nostro Jimmy McGill, ed ora siamo in fase di atterraggio

La stagione finale non sarà composta da 10 episodi, come le precedenti, ma bensì da 13. La produzione inizierà questo 2020, mentre le puntate verranno messe in onda nel 2021. Ricordiamo che lo show è un prequel di Breaking Bad, dove Bob Odenkirk impersona Jimmy McGill negli anni immediatamente precedenti al suo diventare l’avvocato di Walter White, col nome di Saul Goodman. Il cast include anche altri volti noti di Breaking Bad, come Jonathan Banks, nel ruolo di Mike Ehrmantraut o Giancarlo Esposito in quello del boss della malavita Gus Fring.
La quinta stagione di Better Call Saul, invece, arriverà su AMC il 23 febbraio.
Di seguito potete dare uno sguardo al teaser trailer.

Fonte: comicbook.com

Nasce in quel di Cagliari il 23 luglio 1992. Legge fumetti da quando ha memoria e frequenta per due anni, 2014 e 2015, il Corso di Fumetto tenuto dal Centro Internazionale del Fumetto di Cagliari. Nel 2015 partecipa al contest tenuto dal sito Verticalismi, Pilot, con le prime tavole della sua personalissima storia, The Badness, che lo vede come sceneggiatore e ideatore. Dal 2016 entra a far parte dell'Associazione Culturale Chine Vaganti e nel 2018 è scelto tra i 10 vincitori del concorso A caccia di storie indetto da Lucca Crea, Book on a Tree e la Fondazione Nazionale Carlo Collodi. Sempre nello stesso anno, esce il suo fumetto autoprodotto Acluofobia - Nel Buio, in veste di sceneggiatore. In tutto questo popò di tempo, comunque, continua a trovare il tempo per leggere, nonostante si voglia così male da laurearsi in Giurisprudenza.