Joker

Joker: Joaquin Phoenix riceve il premio come migliore attore per un film drammatico

Durante la 77esima edizione dei Golden Globe, avvenuta stanotte, Joaquin Phoenix ha ricevuto il premio come miglior migliore attore per un film drammatico. Per quale pellicola? Ovviamente Joker.
Per Phoenix è la sesta nomination e la seconda vittoria, avvenuta nel 2006 per l’interpretazione di Johnny Cash in Quando l’amore brucia l’anima – Walk the Line.
Joker, diretto da Todd Phillips, si aggiudica, inoltre, il premio per la migliore colonna sonora originale, realizzata da Hildur Guðnadóttir. Dopo i vari ringraziamenti Phoenix ha parlato dei disastrosi incendi in Australia, ringraziando coloro che stanno contribuendo a domare le fiamme e lanciando un appello:

Al contrario di quanto crediate, non voglio agitare le acque, ma sono le acque ad essere già fo**utamente agitate. È molto bello che tante persone si siano pronunciate in merito e abbiano espresso la loro solidarietà nei confronti dell’Australia. Ma dobbiamo fare più di così. So di non essere sempre stato un uomo virtuoso. Ma con il tempo sto imparando molto, anche grazie a molti di voi in questa stanza, che mi hanno dato l’opportunità di migliorare e a cui sono profondamente grato. Ma penso che tutti dovremmo unirci per portare un qualche tipo di cambiamento, prenderci le responsabilità delle nostre azioni e fare qualche sacrificio nelle nostre vite, così da fare la differenza. Spero che tutti riusciremo a fare qualcosa; ad esempio, potremmo anche evitare di prendere jet privati per andare a Palm Springs, per favore

Qui, potete trovare il video completo del discorso tenuto da Phoenix.
Ricordiamo che Joker è stato un vero e proprio successo ai botteghino mondiali, diventando il primo film con rating R ad aver superato l’incasso di 1 miliardo in tutto il mondo. Alla sua prima premiere, avvenuta al Festival del Cinema di Venezia, il film ha anche portato a casa il Leone d’Oro

Fonte: cbr

Nasce in quel di Cagliari il 23 luglio 1992. Legge fumetti da quando ha memoria e frequenta per due anni, 2014 e 2015, il Corso di Fumetto tenuto dal Centro Internazionale del Fumetto di Cagliari. Nel 2015 partecipa al contest tenuto dal sito Verticalismi, Pilot, con le prime tavole della sua personalissima storia, The Badness, che lo vede come sceneggiatore e ideatore. Dal 2016 entra a far parte dell'Associazione Culturale Chine Vaganti e nel 2018 è scelto tra i 10 vincitori del concorso A caccia di storie indetto da Lucca Crea, Book on a Tree e la Fondazione Nazionale Carlo Collodi. Sempre nello stesso anno, esce il suo fumetto autoprodotto Acluofobia - Nel Buio, in veste di sceneggiatore. In tutto questo popò di tempo, comunque, continua a trovare il tempo per leggere, nonostante si voglia così male da laurearsi in Giurisprudenza.