Boom! Studios: si torna nell’universo di Firefly con un fumetto

Firefly è stata una serie fantascientifica del 2002, creata da Joss Whedon (il fumetto Astonishing X-Men, il film Avengers) e sopravvissuta per un’unica stagione. Nonostante questo, è riuscita comunque a crearsi una sua fan base, che ha mantenuto vivo l’interesse per la serie: nel 2005 è così uscito un film, Serenity, e a seguire libri e fumetti, questi ultimi pubblicati fino al 2017 dalla Dark Horse. Ora, un nuovo fumetto si prepara ad arrivare, questa volta pubblicato dai Boom! Studios.

Firefly
Copertina realizzata da Ethan Young.
Firefly
Cover di Michael Walsh.

L’originale Firefly era uno show di fantascienza con elementi western ambientato 500 anni nel futuro, in cui gli spettatori seguivano le imprese di Malcolm Reynolds (interpretato da Nathan Fillion, Castle, The Rookie), capitano della nave Serenity, ladro, truffatore e combattente per la resistenza contro la totalitaria Alleanza. Per sopravvivere in un mondo del genere, il capitano Reynolds si è dedicato ad accettare qualunque lavoro, legale o no, così da permettere al suo equipaggio di avere di che mangiare.
Adesso il fumetto che uscirà grazie ai Boom! Studios, intitolato Firefly: The Outlaw Ma Reynolds, ci farà conoscere Maude Reynolds, la mamma di Malcolm. Nel fumetto, che sarà un one-shot di grandi dimensioni, scopriremo come il capitano Reynolds è diventato quello che è grazie ai flashback della sua infanzia. Oltre a questo, nel presente Malcolm scoprirà che sua madre è in cima alla lista dei più ricercati dell’Alleanza: il suo scopo sarà scoprire dove si trovare e raggiungerla prima che lo faccia l’Alleanza.
Qua di seguito trovate alcune tavole del fumetto.

Firefly Firefly

The Outlaw Ma Reynolds avrà alla scrittura Greg Pak (Planet Hulk, World War Hulk), mentre dei disegni si occuperanno Davide Gianfelice (Nightwing, Conan il Barbaro) e George Kambadais (The Black Ghost); ai colori ci sarà Joana Lafuente (Jim Henson’s Labyrinth, Adventure Time).
Firefly: The Outlaw Ma Reynolds arriverà nelle edicole statunitensi e online il 15 gennaio 2020.

FONTE: BleedingCool

Classe 1989, Simone ha sempre cercato il mezzo d'espressione perfetto: forse il fumetto (come quell'"House of M" targato Marvel), o magari il cinema (con "Jurassic Park" come primo film di cui ha memoria), oppure il videogioco (la prima epica sessione, 5 ore davanti alla PlayStation)? Quando non pensa a questa insensata gara, si diverte a scrivere racconti e poesie. E i suoi studi umanistici riflettono un po' il suo animo, fra una tesi sul rapporto fra storia degli Stati Uniti e fumetti di supereroi, e un glossario della lingua videoludica (che è riuscito anche a pubblicare).