HBO: il trailer ufficiale di The Outsider

È finalmente uscito il trailer ufficiale di The Outsider, miniserie thriller in arrivo a inizio 2020 sul canale televisivo HBO e basata sull’omonimo romanzo del 2018 di Stephen King, che riguardo l’opera ha detto “uno dei migliori adattamenti di un mio lavoro, spero che lo vedrete“.

La serie ci racconta di un tragico omicidio avvenuto in Georgia, nel quale viene ritrovato il cadavere dell’undicenne Frankie Peterson, mutilata e abbandonata nel bosco. Tutte le prove conducono a un unico sospettato, che dunque viene indagato e messo sotto torchio: è Terry Maitland, rispettato e apparentemente onesto padre di famiglia, insegnante d’inglese e allenatore di baseball.
Purtroppo l’indagine non si risolve così in fretta, infatti alcune riprese dimostrano come Terry fosse lontano dall’accaduto nel momento dell’omicidio. Eppure le sue impronte sono ovunque sulla scena del crimine. Starà all’ispettore Raplh Anderson provare a sciogliere i nodi della questione, nel tentativo di capir cosa sia successo veramente e magari scagionare Terry, che fu allenatore del defunto figlio dell’ispettore. Ad aiutare nelle indagini, Anderson potrà contare sull’aiuto della detective Holly Gibney.
Scopriremo così com’è possibile che l’indagato si sia trovato in due posti contemporaneamente, e cosa si nasconde dietro questo mistero.

The Outsider

The Outsider avrà Jason Bateman (Come Ammazzare il Capo… e Vivere Felici, Arrested Development) nel ruolo dell’accusato di omicidio e Ben Mendelsohn (Rogue One: A Star Wars Story, Ready Player One) nella parte dell’ispettore Anderson. A completare il cast degli attori principali ci sarà Cynthia Erivo (Harriet) per il ruolo della detective Gibney.
Al cast si aggiungono anche Bill Camp (The Night Of), Paddy Considine (Hot Fuzz) e Julianne Nicholson (Law & Order: Criminal Intent). Dell’adattamento dal romanzo di Stephen King si è occupato lo scrittore e sceneggiatore Richard Price (The Wire).
La serie sbarcherà sugli schermi degli Stati Uniti il 12 gennaio 2020, ma ancora non si hanno notizie del suo arrivo in Italia.

FONTE: ComingSoon; Cinemablend

Classe 1989, Simone ha sempre cercato il mezzo d'espressione perfetto: forse il fumetto (come quell'"House of M" targato Marvel), o magari il cinema (con "Jurassic Park" come primo film di cui ha memoria), oppure il videogioco (la prima epica sessione, 5 ore davanti alla PlayStation)? Quando non pensa a questa insensata gara, si diverte a scrivere racconti e poesie. E i suoi studi umanistici riflettono un po' il suo animo, fra una tesi sul rapporto fra storia degli Stati Uniti e fumetti di supereroi, e un glossario della lingua videoludica (che è riuscito anche a pubblicare).