Marvel Comics: alcune pagine da Falcon & Winter Soldier

Come sicuramente saprete, è tempo di rilanci e di nuove serie per la Marvel Comics, da Doctor Strange a Thor, passando per le serie degli X-Men, e di questo nuovo corso farà parte anche Falcon & Winter Soldier.

La nuova serie, in arrivo nel 2020, avrà il team così composto: alla scrittura ci sarà Derek Landy (Skulduggery Pleasant, The Black Order), mentre dei disegni si occuperà il nostro italiano Federico Vicentini (Absolute Carnage: Miles Morales). Per la prima copertina è stato scelto Dan Mora (Welcome Back to the Hellmouth, The Flash).
Qua sotto trovate la cover del primo numero e alcune pagine direttamente dal fumetto, complete di disegni e chine, per quanto senza lettering né colori.

Falcon & Winter Soldier riporterà nelle pagine Marvel l’antica minaccia dell’Hydra. Infatti l’Hydra tornerà alla ribalta nel tentativo di uccidere Bucky Barnes/Soldato d’Inverno, portandosi dietro una serie di agenti governativi morti e un nuovo temibile assassino. Per scoprire chi si nasconde dietro l’attentato al Soldato d’Inverno, quest’ultimo dovrà riunirsi al suo compagno e amico Sam Wilson/Falcon.
I due ex-Capitan America si metteranno alla caccia dei membri dell’Hydra, con il fine di scoprire chi sia il nuovo capo dell’organizzazione terrorista. Per complicare ancora di più le cose, la coppia di supereroi dovrà riuscire nel loro intento prima che l’Hydra si riveli nuovamente al mondo con un attentato, che causerebbe ingenti perdite fra i civili.

La nuova serie Marvel Comics va ovviamente di pari passo con la serie che nell’autunno 2020 arriverà sugli schermi della piattaforma online Disney+, The Falcon & the Winter Soldier, che vedrà in azione il Falcon e il Soldato d’Inverno del Marvel Cinematic Universe, ovvero Anthony Mackie (The Banker) e Sebastian Stan (Tonya). In attesa dell’arrivo della serie in streaming, possiamo placare la nostra fame dei due eroi con la nuova serie a fumetti, la cui uscita è prevista in originale per il 26 febbraio 2020.

Fonte: BleedingCool

Classe 1989, Simone ha sempre cercato il mezzo d'espressione perfetto: forse il fumetto (come quell'"House of M" targato Marvel), o magari il cinema (con "Jurassic Park" come primo film di cui ha memoria), oppure il videogioco (la prima epica sessione, 5 ore davanti alla PlayStation)? Quando non pensa a questa insensata gara, si diverte a scrivere racconti e poesie. E i suoi studi umanistici riflettono un po' il suo animo, fra una tesi sul rapporto fra storia degli Stati Uniti e fumetti di supereroi, e un glossario della lingua videoludica (che è riuscito anche a pubblicare).