Addio a Tom Lyle, storico disegnatore di Spider-Man, aveva 66 anni

Tom Lyle, storico disegnatore di Spider-Man negli anni ’90, è venuto a mancare nelle scorse ore. Lyle aveva 66 anni e si trovava in coma indotto dalla fine di settembre, scelta a cui i medici erano stati obbligati in seguito ad un aneurisma cerebrale che aveva colpito l’artista. La conferma della scomparsa è stata data dal Savannah College of Art & Design.

La carriera di Lyle inizia alla Eclipse Comics, precisamente su Airboy. L’autore approda poi in DC Comics, dove lavora su Starman con Roger Stern e sulla prima miniserie interamente dedicata a Robin, sui testi di Chuck Dixon. Sempre per la DC crea il personaggio di Spoiler. Tuttavia, Lyle è maggiormente ricordato per il lavoro svolto in Marvel, precisamente su Spider-Man negli anni ’90 ed in piena Saga del Clone, in quanto fu proprio lui a realizzare l’iconico design del Ragno Rosso (Scarlet Spider), con felpa, cappuccio e pochette, che tutt’ora è molto apprezzato dai lettori dell’Arrampicamuri. Lyle lavora anche sul mega evento precedente, Maximum Carnage e successivamente sul Punitore, con John Ostrander, e su Warlock.

Un primo commento sulla scomparsa di Tom Lyle arriva da Dan Slott, che ha espresso le sue condoglianze in un tweet che potete trovare in calce:

Segue la traduzione del tweet:

Sono molto rattristato dall’apprendere la notizia della scomparsa di Tom Lyle, leggedario disegnatore di Spider-Man. I lavori di Tom su Spidey e su Scarlet Spider erano epici. Quel design di Scarlet Spider, il design di Tom, sarà sempre una pietra miliare per tutti i fan di Spidey come me e le passate, presenti e future generazioni.

Fonte: Comicbook

Classe ’95, ternano. Fondatore e redattore di Fr4med. Finisce per incastrasi, sin da piccolissimo, in un vortice fatto di musica rock, fumetti, libri e film. Si immola per la patria intraprendendo il cammino degli studi classici da cui viene cambiato nella mente e nel corpo… almeno così dice. Saccente, indisponente e presuntuoso sembra abbia anche dei difetti, di cui, tuttavia, nessuno risulta essere a conoscenza. Ha scritto per Metallized e Geek Area.