MCU: Mark Ruffalo loda i film Marvel durante gli Hollywood Film Awards

Martin Scorsese non apprezza i film Marvel, ormai è chiaro. Recentemente, altri registi ed attori si sono schierati dalla parte di Scorsese, mentre altri, come ad esempio James Gunn, hanno preso le difese dei cinecomics, rispondendo pubblicamente ai commenti. Adesso è il turno di Mark Ruffalo, interprete di Bruce Banner in diversi film degli Studios.

Questa volta, il tutto ha avuto luogo in occasione degli Hollywood Film Awards proprio lo scorso sabato. All’evento era presente anche Scorsese in quanto The Irishman sta riscuotendo diverso successo aveva due nomination: Al Pacino ha vinto la candidatura per Best Supporting Actor. Inoltre, nel orso dell’evento, il regista ha consegnato un riconoscimento a  Emma Tillinger Koskoff, sua storica produttrice e grande amica.

ruffalo

Avengers: Endgame ha vinto il premio come Best Blockbuster. In occasione della vincita, il comico Rob Riggle ha scherzosamente affermato che sarebbe stato proprio il presente Scorsese ad annunciarlo. Successivamente è entrato Mark Ruffalo e, invece di consegnare l’award a Kevin Feige ed a Victoria Alonso, ha tenuto un discorso dove, seppur non menzionando direttamente il regista, ha risposto pubblicamente ai suoi commenti negativi.

Il team dei Marvel Studios è stato capace di realizzare un qualcosa che ha unito tutto il mondo. Non si tratta di solo spettacolo, ma nonostante tutto, di certo non manca. Credo che questi film trasmettano al pubblico il cuore e l’umanità dei personaggi, questo è ciò che rende Avengers: Endgame così potente e saggio: i personaggi che si rapportano e che si prendono cura del mondo che li circonda. Inoltre, spesso dobbiamo guardarli lottare e sopravvivere, ma dobbiamo anche dirgli addio. Ecco cosa rende questi film vero e proprio cinema.

Nonostante il discorso fosse chiaramente rivolto a Martin Scorsese, che nelle scorse settimane ha affermato che i film Marvel non sono cinema e non dovremmo essere invasi da questi lavori, nel momento in cui il regista è salito sul palco per premiare Tillinger Koskoff, non ha risposto a Mark Ruffalo. Al contrario, ha solo affermato come la Koskoff abbia reso possibile la realizzazione del film, aiutandolo nella sua visione delle cose.

Fonte: Comicbook

Classe ’95, ternano. Fondatore e redattore di Fr4med. Finisce per incastrasi, sin da piccolissimo, in un vortice fatto di musica rock, fumetti, libri e film. Si immola per la patria intraprendendo il cammino degli studi classici da cui viene cambiato nella mente e nel corpo… almeno così dice. Saccente, indisponente e presuntuoso sembra abbia anche dei difetti, di cui, tuttavia, nessuno risulta essere a conoscenza. Ha scritto per Metallized e Geek Area.