Dark Horse: mostrata un’anteprima di I Pledge Allegiance To The Mask #2

L’irriverente creazione di John Arcudi e Dough Mahnke ha fatto il suo sontuoso ritorno lo scorso 16 ottobre, con una nuova serie firmata da Christopher Cantwell ai testi e Patric Reynolds ai disegni. La miniserie di soli quattro numeri vedrà gli autori affiancati dal colorista Lee Loughridge e dal letterista Nate Piekos. Dopo il primo, folle albo, sappiamo che Big Head è pronto a scatenarsi.

La Dark Horse ha mostrato una corposa anteprima del secondo numero, in cui possiamo vedere la Maschera abbandonare ogni freno, tagliando via la faccia ad un uomo mentre indossa i vestiti dello Zio Sam, il tutto accompagnato dalla sua folle e pungente ironia.

In calce potete trovare tutti i dettagli dell’albo e la rispettiva sinossi:

The Mask: I Pledge Allegiance To The Mask #2
Christopher Cantwell (Testi) – Patric Reynolds (Disegni) – Lee Loughridge (Colori)
Cover di Patric Reynolds
La serie campione di vendite che ha ispirato il noto blockbuster ritorna con la sua raccapricciante ilarità grazie a Christopher Cantwell Reynolds, showrunner di Halt and Catch Fire (AMC) e Patric Reynolds (Hellboy). 
Potenziati dall’antica maschera, gli assassini di “Big Head” strisciano tra il caos di Edge City, questa volta con un obbiettivo presidenziale… e dopo aver eliminato la concorrenza, lo stesso “Big Head” è pronto a fare un annuncio scioccante.

The Mask: I Pledge Allegiance To The Mask #2 sarà disponibile oltreoceano a partire dal prossimo 20 novembre.

Nel 1989 John Arcudi e Doug Mahnke crearono il personaggio. Soltanto anni dopo, nel 1994, Chuck Russel portò il personaggio nelle grandi sale grazie all’omonimo film che ha divertito diverse generazioni di spettatori. Poco dopo l’uscita del lavoro arrivavano un’acclamata serie animata e un videogioco dello stesso franchise. Il sequel standalone del film, intitolato  The Mask 2 (Son of the Mask) è uscito soltanto nel 2005, ma non ha riscosso lo stesso successo del suo predecessore.

Fonte: CBR

Classe ’95, ternano. Fondatore e redattore di Fr4med. Finisce per incastrasi, sin da piccolissimo, in un vortice fatto di musica rock, fumetti, libri e film. Si immola per la patria intraprendendo il cammino degli studi classici da cui viene cambiato nella mente e nel corpo… almeno così dice. Saccente, indisponente e presuntuoso sembra abbia anche dei difetti, di cui, tuttavia, nessuno risulta essere a conoscenza. Ha scritto per Metallized e Geek Area.