Marvel Comics: Jonathan Hickman si scaglia contro le preview degli albi

Jonathan Hickman è uno dei nomi più importanti del fumetto americano e, attualmente, anche uno di quelli più in vista grazie all’eccezionale lavoro svolto sui Mutanti. Hickman è l’attuale punta di diamante della Casa delle Idee, un autore che sta riuscendo laddove tutti, negli ultimi dieci anni, hanno fallito. Detto ciò, sappiamo bene come lo sceneggiatore non si faccia problemi ad essere critico verso le major con cui lavora e verso lo stesso settore fumettistico.

In tempi recenti l’autore ha affermato che uno dei grandi errori commessi dalla Marvel è quello di approfittare della popolarità dei film. Ora Hickman è tornato alla carica, criticando, attraverso il proprio profilo Twitter, una pratica molto comune, ovvero la pubblicazione da parte delle case editrici di preview che anticipino l’uscita dell’albo.

Dopo numerose domande riguardo le anteprime dei futuri numeri degli X-Men, Hickman ha affermato quanto segue:

Mi spiace ma non posso rispondere a nessuna delle vostre domande riguardo le preview degli imminenti libri in uscita. Credo che le preview non dovrebbero esistere e che voi non dovreste leggerle. Quindi, qualunque domanda abbiate, dovrete attendere finché i volumi non saranno stati pubblicati. Ovviamente dovreste fare ciò se io rispondessi effettivamente alle domande, cosa che non faccio.

In calce potete trovare il tweet:

Come fatto notare oltreoceano, l’avversione di Hickman nei confronti delle preview spiegherebbe la quasi totale assenza delle stesse per House of X e Power of X. Le critiche mosse da Hickman risultano in parte comprensibili, viste le molteplici occasioni in cui sia Marvel che DC hanno proposto anteprime talmente corpose da mostrare gli albi quasi nella loro interezza.

Ciononostante è innegabile il valore promozionale che le stesse anteprime hanno per i vari editori oltreoceano, risultando spesso indispensabili per una corretta sponsorizzazione del titolo.

Fonte: Bleeding Cool

Classe ’95, ternano. Fondatore e redattore di Fr4med. Finisce per incastrasi, sin da piccolissimo, in un vortice fatto di musica rock, fumetti, libri e film. Si immola per la patria intraprendendo il cammino degli studi classici da cui viene cambiato nella mente e nel corpo… almeno così dice. Saccente, indisponente e presuntuoso sembra abbia anche dei difetti, di cui, tuttavia, nessuno risulta essere a conoscenza. Ha scritto per Metallized e Geek Area.