BAO Publishing: “Il Principe e la Sarta” – Il prossimo lungometraggio animato che vogliamo vedere | Recensione

Quando leggo una storia che mi affascina e trasporta tanto da leggermela tutta d’un fiato… è un problema. Perché a quel punto inizio a diventare geloso di quel volume e mi risulta molto difficile riuscire a prestarlo.

Il Principe e la Sarta è una rivelazione, più che altro per me. Gli anni passano, si cresce e ammetto di avere, ogni tanto, il timore di non riuscire più ad apprezzare alcune forme e stili di comunicazione. Sicuramente si diventa più selettivi e oculati, maturi, rischiando però di fare un passo indietro giudicando il libro dalla copertina. Poi ci pensano autrici come Jen Wang a riportarmi a galla e a svegliarmi, comunicandomi il grosso errore che potrei fare nell’assecondare quei pensieri.

L’autrice realizza una fiaba di una delicatezza disarmante, permettendogli di trattare una tematica come l’identità di genere, in modo molto originale. Frances e Sebastian sono due personaggi di due estrazioni sociali opposte. Lei un’umile sarta che sogna un giorno di poter raggiungere una fama internazionale, lui un principe destinato alla corona. Le loro vite si intrecceranno per dar vita a un’avventura alla scoperta di se stessi. Metterà a confronto le realtà di entrambi dando vita a un’amicizia incantevole, messa alla prova nel momento in cui le cose si complicheranno. Ovviamente la struttura narrativa è la medesima di molte altre favole di più ampia diffusione e mentirei se, nel corso della lettura, non mi fossi immaginato una trasposizione cinematografica del progetto. Eppure Wang riesce a inserire un tema così controverso ai giorni nostri, per non dire inavvicinabile, approcciandolo in maniera talmente limpida da risultare quasi fastidioso.

bao publishing

Essendo i protagonisti due adolescenti, il terreno diventa fertile per poter creare una rete di confronto non solo tra loro due ma anche con i loro genitori, il lettore e la società che ci circonda. Wang crea la favola Disney che sostanzialmente non è ancora stata inventata e mostrata nelle sale cinematografiche. Lo fa con attenzione, cura e una sensibilità spaventosa. I disegni così espressivi nei volti e armoniosi nei movimenti, uniti ai colori degli abiti indossati, rendono ogni tavola una piacevole scoperta. Spostarsi dalla corte reale ai concorsi di bellezza, non è mai stato più divertente. L’autrice è precisa nello scandire i tempi, prendendo le giuste misure (in tutti i sensi), confezionando una storia a tutti gli effetti formativa e terapeutica. Al principe e alla sarta, infatti, poco importa che vi sentiate giù di morale, giudicati o emarginati. Sono lì, pronti a darvi la carica necessaria, quantomeno per afferrare quello sprint di rivalsa che ci rimette in piedi.

Il Principe e la Sarta, dunque, è una lettura decisiva per la vostra libreria e una nuova favola da poter raccontare a voi e ai vostri figli. Un punto di vista diverso, in linea con il cambiamento culturale a cui la nostra epoca si sta timidamente aprendo, con tanto di valori e modelli a cui poter fare riferimento.

 

Jen Wang, con BAO Publishing, sarà a Roma Mercoledì 23 Settembre 2019, presso la Feltrinelli di Largo Argentina, per presentare il suo libro e scambiare quattro chiacchiere con i lettori. Ci vediamo alle 18!

Classe'93, romano. Fondatore e redattore di Fr4med, a causa di un'amicizia sbagliata si mette nei guai intorno ai 10 anni. Tra un disturbo di personalità e manie ossessivo-compulsive, si laurea in Psicologia confermando perfettamente gli stereotipi di facoltà. Ha scritto per le redazioni di Geek Area e NerdM0vie Productions. Ha un debole per l'Africa.