Sergio Bonelli Editore: Attica, il nuovo progetto di Giacomo Bevilacqua, arriverà a novembre

Durante il Free Comic Book Day 2018 è arrivato il numero zero della nuova serie Sergio Bonelli Editore firmata da Giacomo Bevilacqua, Attica. Il nuovo titolo sarebbe dovuto debuttare ad inizio 2019, tuttavia così non è stato. Stando a quanto inizialmente annunciato, la miniserie si sarebbe dovuta comporre di 12 numeri con una foliazione di 64 pagine.

Finalmente sul numero 47 di Preview la Bonelli ha rotto il silenzio ed annunciato l’uscita ufficiale di Attica, che arriverà a novembre, in concomitanza con il Lucca Comics & Games 2019. Successivamente all’annuncio, anche lo stesso Bevilacqua ha iniziato a rilasciare ulteriori dettagli attraverso i propri canali social.

Proprio grazie a quanto detto dall’autore sappiamo che il piano di pubblicazione è stato fortemente modificato, la miniserie con conterà più 12 numeri ma 6 e la foliazione aumenterà da 64 ad oltre 100 pagine con un formato inedito per la Sergio Bonelli, ovvero il brossurato. Attica sarà un’esclusiva del circuito delle fumetterie ed il primo albo verrà presentato in anteprima a Lucca. 

Stando sempre a quanto affermato da Giacomo Bevilacqua, l’attuale formula scelta per la pubblicazione sarebbe quella pensata originariamente e cambiata successivamente dalla Bonelli per dilatare i tempi di pubblicazione. La ripresa della formula originale, secondo l’autore, permetterà ai lettori una migliore, nonché corretta, fruizione.

Sembra che Attica presenterà una serrata sequenza di eventi, i quali avranno luogo in una sola settimana. Bevilacqua ha definito il titolo come uno shonen che si evolverà in un seinen, con contenuti adatti ad un pubblico maturo. A quanto pare il tutto sarà collegato con Lavennder, altro recente lavoro di Giacomo Bevilacqua, pubblicato in un numero speciale de Le Storie.

In calce potete trovare un’anteprima del titolo:

Classe'93, romano. Fondatore e redattore di Fr4med, a causa di un'amicizia sbagliata si mette nei guai intorno ai 10 anni. Tra un disturbo di personalità e manie ossessivo-compulsive, si laurea in Psicologia confermando perfettamente gli stereotipi di facoltà. Ha scritto per le redazioni di Geek Area e NerdM0vie Productions. Ha un debole per l'Africa.