Certi annunci sono capaci di far sorridere, e questo porterà un ghigno sul volto di molti fan in tutto il mondo. Vampire: The Masquerade – Bloodlines (contendente per “Gioco col titolo più irritante per chi deve scriverci una news sopra”) riceverà un sequel, finalmente annunciato dopo più di un mese di campagna di marketing virale. Il primo capitolo, risalente ai remoti giorni del 2004, è un gioco di culto che ha saputo conquistare una discreta fetta di appassionati che hanno chiesto a gran voce che la serie continuasse, nonostante la relativa oscurità nella quale era finita col passare degli anni. Nel gioco, il primo ad usare il Source Engine insieme ad Half Life 2, vestivamo i panni di un vampiro all’interno di un contesto GDR. Le quest del gioco, ambientate in una Los Angeles virtuale, potevano essere approcciate in modi diversi, portando ogni giocatore ad adottare uno specifico stile di gioco basato sulle varie abilità dei vampiri. Si poteva ricorrere alla forza bruta, ma anche alla seduzione, alla magia, alla telecinesi e così via, il tutto mantenendo l’esistenza dei succhiasangue ignota a quanti più umani possibili. Per certi versi, il primo Bloodlines era un gioco molto in anticipo sui tempi che presenta delle possibilità piuttosto attuali. E’ proprio per questo motivo che l’annuncio del sequel dovrebbe emozionarvi: c’è una disperata carenza di vampiri nel mondo del gaming, e questo nuovo capitolo andrà a colmare il vuoto. Ecco a voi l’intrigante trailer per questo interessantissimo titolo:

L’annuncio in sé non è stato una vera e propria sorpresa. A dire la verità, dell’esistenza di Bloodlines 2 si discute ormai da Febbraio, quando la campagna virale del titolo aveva sollevato un discreto polverone. Tutto è iniziato con una presunta piattaforma di dating online, chiamata (in maniera un tantinello poco originale) Tender. Molti curiosi (me compreso) hanno fiutato la puzza di bruciato, trovandosi di fronte ad un’esperienza ben più complessa di quanto sembrasse. Nell’iscriversi a Tender ci veniva chiesta, ovviamente, una lista dei nostri interessi. Il fatto è che questa lista comprendeva qualche hobby piuttosto…vampiresco. Nella sua asettica interfaccia da sito web, Tender stava nascondendo qualcosa. Col passare dei giorni, gli iscritti hanno continuato a ricevere mail che notificavano delle richieste di contatto o messaggi, solo per trovarsi di fronte a quello che sembrava un attacco informatico al sito una volta entrati. Tramite link e note scritte in fretta e furia per denunciare qualcosa di sinistro nel sito di dating, si poteva uscire da Tinder per trovarsi di fronte a criptici screenshots di… qualcosa. Come ho detto, molti hanno immediatamente mangiato la foglia, e le loro teorie sono state confermate screenshot dopo screenshot. Ci siamo ritrovati di fronte a dei frammenti di concept art di un setting urbano tetro e decadente, decisamente in linea con quanto già visto in Bloodlines. Ora che siamo di fronte alla notizia ufficiale, viene da chiedersi se Tender giocherà qualche ruolo nel titolo di Paradox Interactive ed Hardsuit Studios. Sicuramente, con l’avvicinarsi della release del titolo (attesa per il 2020) sentiremo parlare un bel po’ di Vampire: The Masquerade – Bloodlines 2.

Per tutti i dettagli, restate con noi!