Nonostante la Disney sia conosciuta per la realizzazione di film dedicati ai supereroi più amati per le famiglie, un nuovo report suggerisce che la pellicola standalone su Black Widow potrebbe essere il primo lavoro vietati ai minori dei Marvel Studios.

A parlarne è Charles Murphy di The Hashtag Show, condividendo la notizia tramite il suo profilo Twitter. La Marvel starebbe dunque considerando l’idea di etichettare il film sulla Vedova Nera come vietato ai minori. Nonostante ciò è lo stesso Murphy ad affermare che la notizia potrebbe non essere certa:

Ecco qualcosa di cui non credo di aver mai parlato. Quando ho avuto notizia dello sviluppo di un cinecomic dedicato a Natasha Romanoff, ho anche saputo che era in ballo la possibilità di vietare il film ai minori, rendendolo il primo titolo R-rated dell’universo cinematografico Marvel.

Black Widow potrebbe essere un prequel simile a quello dedicato a Captain Marvel. Il titolo potrebbe seguire le origini di Natasha e del suo operato come spia nel KGB prima di entrare  nello S.H.I.E.L.D.. L’inizio della produzione del film è previsto tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo.