Il 1962 è stato l’anno in cui il mondo ha visto l’adolescente Peter Parker venire morso da un ragno radioattivo e diventare Spider-Man. Ma cosa sarebbe successo se l’Arrampicamuri fosse invecchiato allo stesso ritmo del mondo reale? 

Ci rispondono Chip Zdarsky (Peter Parker Spectacular Spider-Man, Marvel 2-In-One) insieme al disegnatore Mark Bagley (Amazing Spider-Man, Ultimate Spider-Man) con SPIDER-MAN: LIFE STORY. L’intera storia, con un inizio ed una fine, verrà raccontata abbracciando gli eventi più importanti di ogni decade. La miniserie in sei parti, che partirà a Marzo, vede il primo numero ambientarsi nel 1966 con un Peter Parker pronto a fronteggiare il periodo legato alla Guerra in Vietnam. 

Zdarsky ha dichiarato 

Credo proprio di non aver finito con Spidey. Questa è stata un’idea che ho sempre avuto sin da quando ho iniziato a lavorare per la Marvel, qualcosa che indagasse i personaggi ed il Marvel Universe in maniera più profonda, dove il tempo cambia sia loro che il mondo. Avere l’opportunità di concentrarmici con uno degli maggiori artisti di Spider-Man, Mark Bagley, è un’esperienza surreale. Sta creando degli spunti interessanti in maniera veramente molto dinamica. 

La miniserie debutterà in occasione della celebrazione dell’80° anniversario della Marvel. La cover è di Chip Zdarsky, mentre la variant sarà di Marcos Martin

marvel

Fonte: Newsarama