Penultimo capitolo per Black Rock, webcomic Wilder che ci accompagna oramai da più di un anno. Ci ha incuriosito sino ad essersi guadagnato la nostra attenzione nella sua schiettezza e brutalità. La Luna Rossa è sorta e il Villaggio sta per essere annientato da Loro, a meno che non vengano consegnati dieci tributi. Veniamo dunque alla resa dei conti, sin troppo attesa e preparata, in cui il Guardiano Abraham guida le vittime sacrificali alle Montagne Nere. L’atmosfera è solenne e silenziosa. In seguito alle recenti rivelazioni nessuno riesce più a credere a quanto in fretta sia degenerata la situazione, né gli abitanti del Villaggio, nè tantomeno noi lettori.

Black Rock si fonda molto sui colori ed il lettering e questo capitolo ne è l’ennesima prova. L’abile costruzione della sceneggiatura è stata sicuramente fondamentale per la riuscita del progetto, ma a dare corpo e “ciccia” alla vicenda è necessariamente il lato grafico. Personalmente avrei gradito saperne di più su alcuni personaggi secondari, visto come ci si concentri soprattutto sul protagonista. Magari in un futuro non troppo lontano potrei essere accontentato, o magari no? Dipenderà tutto dal finale che ci si prospetterà davanti il mese prossimo. Uomo contro Dio. Mortalità e Immortalità. Un elemento fastidioso, ma per logica necessario, sono i dannati cliffhanger che puntualmente Sicchio concepisce per le ultime pagine dei capitoli. Sono talmente invitanti e calzanti da essere la personificazione stessa dello sceneggiatore che si presenta dinanzi al lettore, gli si avvicina e gli sussurra Allora… sei sorpreso?.

Insomma. Meno uno al gran finale. Siamo tutti in attesa e vogliamo il finale con il botto. Non mi voglio dilungare troppo, vorrei conservare ulteriori riflessioni al termine della serie. Le aspettative sono alte, per cui rimbocchiamoci di pazienza e attendiamo trenta giorni per quella che sarà… la fine di ogni cosa.

black