Gary Oldman sarà regista ed interprete di Flying horse, il biopic sul fotografo Eadweard Muybridge, noto per gli scatti fotografici che nel corso del 1872 scomposero le corse di alcuni cavalli. Questo per dimostrare la teoria di Leland Stanford, governatore della California, che riteneva esserci un momento della corsa in cui nessuna zampa del cavallo toccasse terra.

La pellicola però si concentrerebbe anche sul 1874, anno in cui un evento particolare segnò la vita dell’artista: l’omicidio dell’amante di sua moglie. Il fotografo andò incontro ad un processo ma venne poi assolto perché considerato un atto giustificato. Considerando i tempi ed il fatto che sino al 1981 il delitto d’onore era considerato passabile non c’è da stupirsi.

Attendiamo altri dettagli su una pellicola che ha del potenziale per il raggiungimento di livelli eccelsi.