È un periodo molto turbolento per Hollywood e gli scandali a sfondo sessuale sembrano essere ormai all’ordine del giorno. La serie di denunce che sta travolgendo alcune tra le personalità più importanti del settore dovrebbe portare ad una maggior sensibilizzazione riguardo i temi delle molestie.

Proprio in tal senso si è mossa la produzione di 13 Reasons Why, serie (di cui si sta girando la seconda stagione) che si è fatta portavoce di tematiche e messaggi complessi, arrivando, addirittura, a trattare del bullismo, della depressione e del suicidio all’interno delle scuole. Ora ulteriori precauzioni sono state prese in tal senso: sia il cast che la crew hanno dovuto partecipare ad un corso anti-molestie, che li aggiornasse, mettendoli in guardia qualora vi fosse un qualsiasi tipo di episodio.

Tommy Dorfman, l’attore che interpreta Ryan Shaver, ha detto quanto segue:

Abbiamo avuto dei meeting al riguardo. Volevano essere sicuri che sapessimo quanto inaccettabile fosse un comportamento simile e di non esitare a parlare con qualcuno, qualora non ci sentissimo al sicuro.

Un’iniziativa estremamente lodevole che speriamo possa raggiungere gli obbiettivi prefissati.