MCU: Spider-Man – Far From Home potrebbe tornare nelle sale oltreoceano con delle scene tagliate

Avengers: Endgame ha recentemente battuto l’incasso di  Avatar di James Cameron, diventando il film più redditizio nella storia del cinema grazie ad un inaspettato ritorno nelle sale cinematografiche.  Dopo il successo riscontrato, adesso sembrerebbe che anche la Sony Pictures voglia seguire la stessa strategia dei Marvel Studios.

Un nuovo report suggerisce che Spider-Man: Far From Home potrebbe ritornare nelle sale americane verso fine mese, con una versione che includerà diverse scene tagliate. Secondo quanto riportato da Discussing Film, il cinecomic di Jon Watts tornerà al cinema dal 30 agosto fino al 5 settembre. Lo scopo è quello di far arrivare l’incasso del film al botteghino domestico a 400 milioni di dollari. Se il film raggiungesse l’obiettivo, diventerebbe il lavoro della Sony più redditizio in assoluto. Alcune proiezioni indicano che l’incasso potrebbe ammontare a 1.109 miliardi di dollari a livello mondiale, 376 milioni dollari al botteghino domestico  ed infine 733 milioni di dollari all’estero.

far from home

Al contrario di Endgame, il seguito di Homecoming non avrà soltanto una scena tagliata, ma saranno presenti diverse sequenze eliminate, fra queste potrebbero essere include le parti dove Peter Parker decide di vendere tutti i suoi gadget a tema Star Wars ed un combattimento contro la mafia.

Spider-Man: Far From Home è diretto da Jon Watts, con un cast formato da Tom Holland, Samuel L. Jackson, Zendaya, Cobie Smulders, Jon Favreau, JB Smoove, Jacob Batalon, Martin Starr ed infine Marisa Tomei.

Sarcastica, ironica e cinica, nasce nel 1995. Non essendo mai stata brava a parlare di sé, preferisce che siano i fatti a farlo. In tenera età viene catapultata nel mondo dei videogames e da allora non ne è più uscita. Ha una piccola (si fa per dire) passione per la programmazione, la fotografia e la musica rock. Il suo punto debole sono i bulldog ed i paesi nordici.