Venom: Paolo Giandoso mostra i concept art pensati per l’ultimo scontro del film

Nel mondo dei fumetti, Eddie Brock ha una lunga lista di nemici. Nonostante ciò, la Sony non ha potuto includere nel primo film standalone dedicato al simbionte, la sua nemesi per eccellenza, Spider-Man. Proprio per questo motivo nel film di Ruben Fleischer, Venom si è scontrato contro un personaggio diverso, ovvero Riot.  Il concept artist Paolo Giandoso ha recentemente pubblicato alcune immagini tratti dal concept animato realizzato per l’ultima battaglia di Venom nel film. Dal lavoro condiviso da Giandoso, sembrerebbe che inizialmente fosse prevista la  presenza di Carnage nel film. L’artista ha condiviso il tutto sul suo sito web:

Gran parte del mio lavoro su Venom è stato durante il terzo atto, il mio compito era quello di pensare all’intera scena dello scontro finale. Comprese le meccaniche ed il modo in cui il simbionte e la sua controparte si riuniscono e si fondono. Fino al sacrificio finale proprio dopo l’esplosione del razzo. Credo che quando l’elemento predominante è il tempo, una semplice immagine non è sufficiente. Infatti non si può restringere dentro un singolo frame tutti gli elementi del movimento senza rendere il risultato troppo striminzito oppure senza farlo sembrare troppo blando. In casi come questo, mi piace realizzare dei concept animati che permettono di risolvere problematiche di ogni tipo che possono insorgere successivamente e possono essere rischiose per il team che lavora sull’anteprima (mi riferisco, ad esempio, su scene di trasformazione, magia oppure una lotta). Prima del risultato finale, ho creato una serie di 158 immagini per realizzare l’intera sequenza. Recentemente ho avuto una piccola parte di queste immagini pubblicate in 3D, così adesso posso condividerle con voi.

In calce vi ricordiamo che il seguito di Venom sarà diretto da Andy Serkis e parte della sceneggiatura sarà scritta da Tom Hardy. Infine, nel sequel avremo l’occasione di rivedere nuovamente Michelle Williams nei panni di  Anne Weying. Vi lasciamo alla visione delle immagini pubblicate dal concept artist Paolo Giandoso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sarcastica, ironica e cinica, nasce nel 1995. Non essendo mai stata brava a parlare di sé, preferisce che siano i fatti a farlo. In tenera età viene catapultata nel mondo dei videogames e da allora non ne è più uscita. Ha una piccola (si fa per dire) passione per la programmazione, la fotografia e la musica rock. Il suo punto debole sono i bulldog ed i paesi nordici.